venerdì 19 settembre 2014

Recensione: "Strega della Cenere. Principesse del Regno della Fantasia" di Tea Stilton

Titolo: Strega della Cenere
Autrice: Tea Stilton
Pagine: 280
Serie: Principesse del Regno della Fantasia #11
Prezzo di copertina: 18,50 euro
Prezzo ebook: 6,99 euro
Editore: Piemme

Sinossi:
Ora che il Re Malvagio e il Principe senza Nome sono addormentati nella Rocca del Sonno, un'epoca di prosperità si annuncia per il Grande Regno. Proprio quando tutto sembra procedere al meglio, un'ombra si profila all'orizzonte; le Streghe Grigie sono tornate. Antiche alleate del Re Malvagio, queste creature senza tempo sono determinate a combattere le Principesse con le armi della Magia senza Colore. Nel corso di uno scontro senza precedenti, le cinque figlie del Re Saggio scopriranno che c'è qualcosa nel passato delle streghe, un segreto riposto tra le pieghe del tempo, che andrà svelato per poterle sconfiggere.




I fratelli Stilton ed il loro mondo, creato dall'abilissima penna di Elisabetta Dami, sono stati un po' i mentori della mia infanzia. Proprio dopo aver visto Geronimo in TV durante lo Zecchino d'Oro, ho deciso di provare a leggere qualcosa che non fossero le fiabe, i fumetti e la Bibbia per ragazzi.
Ed è stato così che mi sono ritrovata insieme all'editore più famoso di tutta Topazia, fifone ma di gran cuore, catapultata in avventure improbabili con luoghi misteriosi come la Giungla Nera, le cascate del Niagara e castelli infestati da fantasmi burloni a fare da sfondo.
Tra quelle pagine cosparse di scritte a colori bizzarri, con puzze e profumi, guide e mappe insieme a strani tipi mangiafrutta infagottati in impermeabili gialli, terrificanti topine fascinose alla guida di carri funebri o nel sottosuolo inseguiti da loschi figuri, ci ho passato interi pomeriggi della mia infanzia, terminando ogni impresa con tanta tristezza ma anche qualcosa in più: i valori fondamentali dell'amicizia, del sostegno, dell'altruismo, del rispetto delle idee altrui e tutti gli altri la cui importanza è stata amplificata nel mio modo di sentire e nel porgermi con gli altri.
La saga delle Principesse del Regno della Fantasia riprende questi stessi contenuti, questi stessi valori, riproponendoli in chiave fantasy per un pubblico generalmente femminile; questa circostanza è forse uno dei motivi per cui, sebbene abbia superato da un pezzo, almeno anagraficamente, l'età di lettura consigliata sulla quarta di copertina, continuo a seguire le vicende delle principesse Nives, Kalea, Samah, Yara e Diamante e di tutti i loro cari, rimanendo accanto a loro probabilmente fino alla fine della saga. Una volta arrivati al traguardo, sarà giunto il tempo di saluti e ringraziamenti, prima di un'uscita in punta di piedi da un mondo, quello firmato Stilton, che mi ha dato tanto, contribuendo alla mia crescita personale e culturale in maniera significativa e verso cui avrò un debito illimitato.
Una storia che parla di coraggio, di lotta ma anche di compassione, perdono e speranza è rara da trovare in un mondo che scivola sempre più nell'indifferenza, nel cinismo e qualora, come in questo caso, se ne trovasse una, bisogna tenerla stretta, cara, leggendola e rileggendola fino a fare il pieno di ottimismo e voglia di far bene, fino a credere che, come la saggezza - altra qualità da non sottovalutare - del poeta latino Virgilio vuole ricordarci, Amor vincit omnia et nos cedamus amori.
E dall'amore nasce la fede, dalla fede la speranza. La speranza di poter cambiare ciò che non va lottando coraggiosamente in nome della libertà, in nome della felicità.

3 Stelle e mezza

Consigliato:
Tempo di lettura: 2 Giorni

Tea Stilton, la sorella di Geronimo, è l'inviato speciale dell'Eco del Roditore ed è l'esatto opposto di quel fifone di suo fratello. Guida ogni mezzo, dalla moto all'aeroplano, adora gli sport estremi e i viaggi avventurosi; ama fare paracadutismo ed è cintura nera di karate. È anche una roditrice affascinante: i suoi occhi viola e il suo carattere grintoso fanno innamorare tutti i roditori che incontra.

Elisabetta Dami (Milano, 1965) è una scrittrice italiana, autrice di Geronimo Stilton. Vive tra l’Italia e l’Arizona, nella città di Sedona. Ama viaggiare, praticare attività ed esplorazioni avventurose, tanto che a 23 anni compie il giro del mondo in solitaria. Ha scalato il Kilimangiaro, fatto trekking in Nepal, una maratona di 120 km nel deserto del Sahara e due maratone di New York, lanci con il paracadute, ed inoltre anni fa conseguì il brevetto di pilota.

2 commenti:

  1. O ma che bello vedere che ancora qualcuno leggere questi libri. Io sono probabilmente un po' più vecchia di te, ma li adoro e ogni tanto ne apro uno e mi ci tuffo, ritornando un po' bambina. Con la scusa...li compro per la prole :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è non dimenticarsi mai di essere stati bambini. Ogni tanto fa bene ritornare ad esserlo, giusto per qualche ora ;)

      Elimina

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.