giovedì 31 luglio 2014

Inventory Time - Luglio 2014

Come ogni fine mese, è tempo d' Inventario...


Durante questo Mese di Luglio sono riuscita a raggiungere (e addirittura superare! Si vede che è estate) l'obiettivo di 10 libri letti.
Sono infatti 11:

- The Dome di Stephen King
- Cercando Alaska di John Green
- Cose da salvare in caso d'incendio di Haley Tanner
- Canne al vento di Grazia Deledda
- Shirley di Charlotte Bronte
- Noi siamo grandi come la vita di Ava Dellaira
- Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano
La saga Shatter Me di Tahereh Mafi composta da:
- Schegge di Me (Shatter Me)
-Destroy Me
-Unravel Me
-Fracture Me
-Ignite Me










Sono molto soddisfatta e spero di leggere altrettanti libri nel mese di Agosto.
Il titolo di Libro del Mese di Luglio se lo aggiudica con 5 Stelle piene Canne al vento di Grazia Deledda:


Potete trovare tutte le recensioni nell'Archivio Blog, posto sulla sinistra oppure cliccando sull'etichetta Recensioni in altro o nella sidebar sinistra.

Vi ringrazio dell'attenzione e vi invito a tenermi aggiornata sulle vostre letture.
Al prossimo mese!

Cecilia

mercoledì 30 luglio 2014

#W.W.W. Wednesdays (17) [2014]

Per poter prendere parte a #W.W.W Wednesdays bisogna rispondere a tre semplici domande:
-Cosa stai leggendo?
-Cosa hai appena finito di leggere?
-Quale sarà il prossimo libro che leggerai?



Cosa stai leggendo?


Sto ancora leggendo Il diario proibito di Maria Antonietta di Juliet Grey, non perché sia noioso ma perché la settimana scorsa l'ho un po' messo da parte.
E' abbastanza carino finora anche se si nota l'essere una versione romanzata di una biografia.
Vi dirò di più a lettura ultimata.

Cosa hai appena finito di leggere?


Ho promesso di non tediarvi più con la saga Shatter Me di Tahereh Mafi, quindi vi lascio solamente i link alle recensioni del primo volume in italiano, Schegge di Me, della novella Destroy Me, di Unravel Me e Ignite Me, ultimi due capitoli della saga.

Quale sarà il prossimo libro che leggerai?



La risposta è pressocché uguale a quella della settimana precedente. Sono decisa a leggere La seconda estate di Cristina Cassar Scalia, di cui ho già parlato qui e due classici, Grandi speranze e Il maestro e Margherita, presi in biblio per la scuola.

Vi ringrazio dell'attenzione e vi invito a tenermi aggiornata sulle vostre letture.

A presto!

martedì 29 luglio 2014

Recensione: "Ignite Me" di Tahereh Mafi

Salve a tutti! Oggi è un giorno di gaudio per me, che vi parlerò finalmente dell'ultimo capitolo della saga Shatter Me, Ignite Me di Tahereh Mafi, e per voi che smetterete di leggere continui riferimenti a questa serie in ogni post che scrivo. Questo infatti dovrebbe essere  è l'ultimo post in cui ve ne parlo (o forse no).
Se non avete già chiuso la pagina, annoiati da tanta sollecitudine che manco gli strilloni della frutta e verdura, vi auguro buona lettura!
Cecilia

Titolo: Ignite Me
Autrice: Tahereh Mafi
Pagine: 421
Serie: Shatter Me #3
Prezzo di copertina: 8,16 euro
Editore: HarperCollins Children
Lingua: Inglese

Sinossi:

[Traduzione fatta da me]

SPOILER ALERT!

Con il Punto Omega distrutto, Juliette non sa se i ribelli suoi amici o anche Adam sono vivi. Ma questo non la fermerà dal tentare di abbattere la Restaurazione una volta per tutte. Adesso deve contare su Warner, l'affascinante comandante del Settore 45. Proprio la persona di cui non avrebbe mai pensato potersi fidare. La stessa persona che le ha salvato la vita. La stessa che ha promesso di aiutare Juliette a potenziare i propri poteri e salvare il loro mondo morente... ma questo non è tutto quello che vuole da lei.



3 Stelle

Finalmente ce l'ho fatta! Ho trovato una saga distopica il cui finale mi è piaciuto abbastanza da consentirmi di conferirgli più di due stelle. La maledizione del terzo libro è spezzata, anche se per poco.
Perché nonostante la voglia di sapere e la scorrevolezza dello stile dell'autrice, pochi sono stati gli elementi che rendono degno questo ultimo libro della sufficienza.
Oggi mi sento buona, quindi comincio con i punti a favore.
Sarà difficilissimo scrivere una recensione senza spoiler, ci provo.
La crescita di uno dei personaggi principali è stata incredibile e l'ho apprezzata davvero. Non me l'aspettavo e sono davvero contenta, unico momento di lucidità in mezzo ad un cumulo di situazioni improbabili. Mi rendo conto che forse però, nonostante la approvi totalmente, è stata uno dei tratti penalizzanti del romanzo; trovo infatti che la Mafi, concentrandosi più su questo aspetto, abbia lasciato andare tutti gli altri.
Juliette, la protagonista, è un po' più sopportabile dai tempi di Shatter Me; la trasformazione da piattola frignona a pragmatica leader tosta in trenta capitoli circa rimane comunque totalmente assurda.
Un personaggio che invece spicca e fa la parte del leone per quasi tutto il tempo è Kenji.
Dalle mie parti dicono Ta scantari ri babbi (devi spaventarti di quelli che sembrano stupidi): altra conferma della saggezza popolare, Kenji è un piacevole compagno: spiritoso ed accattivante come sempre, riesce ad essere serio nei momenti di difficoltà, non perdendo mai la verve che lo contraddistingue.
A chi lamentava un'eccessiva vaghezza riguardo alla società distopica prospettata dico che mi trovo d'accordo; la Restaurazione rimane sfocata sullo sfondo, così come tutto il suo potenziale d'uso ai fini della saga. C'era moltissima carne al fuoco, molti interrogativi a cui dar risposta e punti da approfondire eppure Ignite Me sembra essere stato scritto di corsa, basandosi interamente sul triangolo Adam-Juliette- Warner.
Questa saga rimane una delle più interessanti per me; proprio basandomi su questo, sulla bellissima cover, il potenziali seppur inespresso e i pochi altri punti positivi, ho deciso di promuoverla, perchè sì, i gusti personali contano anche qualcosa.
Si conclude dunque la mia esperienza con la saga di Shatter Me che, al di là di tutto, reputo positiva.

Consigliato: nì
Tempo di lettura: 2 Giorni


Tahereh Mafi, ultima di 5 figli, è nata nel Connecticut e vive in California.
I diritti della saga Shatter Me sono stati acquistati dalla Twentieth Century Fox.

lunedì 28 luglio 2014

Tag: 25 Domande da Lettrice.

Salve a tutti!
Benvenuti o bentrovati qui nella Sala dei Lettori Inquieti!
Quest'oggi vi do il buongiorno con una cosa nuova per questo blog, ovvero un Tag.
I tag di questo genere, per chi non lo sapesse, sono dei questionari a cui rispondere e a cui invitare gli altri affinché rispondano a loro volta.
Non sono un'amante di questo genere di iniziative ma questo, "rubato" dal blog Geeky Bookers di Pila ed Ilaria, era talmente carino che non ho potuto far a meno di riproporvelo.
Consideratevi tutti "taggati", mi farebbe piacere sapere quali sono le vostre risposte!
Se non vi siete già annoiati, buona lettura! ^^
Cecilia
  1. Come scegli i libri da leggere? Tendo ad essere abbastanza lunatica quindi li scelgo secondo l'umore del momento; questo mi porta ad avere spesso in lettura più di un libro.
  2. Dove compri i libri: in libreria od online? Ultimamente compro più online però non disdegno mai una libreria xD
  3. Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta? *Lancia un'occhiata colpevole alla pila di libri da leggere*
  4. Di solito quando leggi? Non ho momenti precisi, quando riesco a ritagliarmi del tempo ed in ogni momento libero.
  5. Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro? Assolutamente no. Il numero delle pagine non influenza la qualità del libro.
  6. Genere preferito? Leggo un po' di tutto, ultimo scoglio da superare sono i thriller.
  7. Hai un autore preferito? Non mi stancherò mai di ripeterlo, tutti quelli che mi conoscono lo sanno: la mia preferita in assoluto è Jane Austen! 
  8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura? Ufficialmente ad 8 anni, ma i miei, specialmente mio padre, mi hanno sempre portato in luoghi stipati da libri ed in casa ne circolavano molti anche prima, quindi praticamente da sempre. 
  9. Presti libri? Solo a persone fidate o che sono sicura apprezzeranno e leggeranno davvero i libri prestati.
  10. Leggi un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme? Ho già risposto sopra, più libri insieme. 
  11. I tuoi amici/familiari leggono? I miei genitori e, saltuariamente, mia sorella.
  12. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro? Dipende dal libro: se mi intriga abbastanza non ci metto molto a finirlo.
  13. Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro? Sì, raramente però riesco a leggere il titolo (sì, gli occhiali non sono un accessorio xD) o a parlare con la persona che sta leggendo.
  14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe? Uhm, bella domanda. Facciamo che ne salvo due: La Bibbia e Orgoglio e Pregiudizio.
  15. Perché ti piace leggere? Perché mi permette di visitare luoghi dove probabilmente non andrò mai in tutta la mia vita, vivere situazione e realtà lontano dalle mie e mi permette di conoscere, conoscere, CONOSCERE!
  16. Leggi libri in PRESTITO (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi? Non mi faccio problemi, un libro è sempre un libro; se mi piace e non lo possiedo già, cerco di procurarmelo non appena lo finisco.
  17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire? Ce ne sono molti, sebbene non mi piaccia molto lasciarli non finiti. Il più recente: Le relazioni pericolose di De Laclois. Una noia mortale, sarà che i romanzi epistolari ed io non andiamo molto d'accordo. 
  18. Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro? Sì, l'ho fatto e sono recidiva in questo senso perché molto spesso sono tutto fumo e niente arrosto. Non saprei, la grafica tutta. 
  19. C'è un casa editrice che ami particolarmente, e perché? La Einaudi per i classici: anche se non è economica, le traduzioni sono più accurate e mi è sempre piaciuta la cover bianca con i quadri del passato, mi dà un senso di pace e di sicurezza insieme.
  20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni "al sicuro" dentro casa? Avendo una vita abbastanza frenetica e ottimizzare il tempo a disposizione leggendo in ogni momento disponibile, non mi faccio scrupoli a portarmi i libri dovunque così come l'eReader; prima tendevo ad arrabbiarmi se il libro si sciupava, adesso ho imparato ad apprezzare l'effetto "vissuto". 
  21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente? Considerandomi una dai gusti difficili ed essendo abbastanza inesperti in materia, mi regalano tutto ma non libri. Allo scorso compleanno però il fidanzato di mia sorella ha avuto la geniale idea di regalarmi un buono libri su Amazon, guadagnandosi la mia imperitura stima xD
  22. Come scegli un libro da regalare? Scelgo in base ai gusti del destinatario del regalo, conciliando il tutto con le risorse finanziare a disposizione,
  23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio o tieni i libri in ordine sparso? La mia libreria è strapiena e qualche giorno si vendicherà del peso da sopportare seppellendomi viva xD . L'unico criterio possibile da adottare è il cosiddetto Tetris, ovvero incastrare i libri in ogni spazio disponibile.
  24. Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti? Le leggo, si scoprono moltissime cose interessanti leggendo le note.
  25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni, postfazioni dei libri o le salti? Leggo solo i ringraziamenti e le note, il resto lo salto perché molto spesso chi se ne occupa ha l'accortezza (sarcasmo mode on) di inserire elementi chiave del libro, togliendomi così il piacere di leggerlo.
Adesso tocca a voi, se vi è piaciuto questo Tag,  fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti e non dimenticate le risposte!

domenica 27 luglio 2014

#Quotes of the Week (10)

Benvenuti ad un nuovo appuntamento di #Quotes of the Week!
Le citazioni di oggi saranno tratte da Schegge di Me di Tahereh Mafi.


Citazioni tratte da Schegge di Me di Tahereh Mafi:

Non si prendono il disturbo di lasciarsi turbare dalla bellezza che scende dal cielo. Non capiscono quale libertà dia la percezione dell' universo sulla pelle. Non importa loro.

- La luna è una compagna fedele. Non va mai via. E' sempre di guardia, risoluta, ci conosce con il buio e con la luce, e come noi è in continua trasformazione. Ogni giorno è una versione diversa di sé stessa. A volte tenue e pallida, altre intensa e luminosa. La luna sa cosa vuol dire essere umani.
Insicuri. Soli. Butterati dalle imperfezioni.

Per oggi, è tutto, spero abbiate apprezzato questi parole quanto me.

Vi invito a riferirmi anche le vostre, se ne avete.

Un abbraccio, a presto!

sabato 26 luglio 2014

Recensione: "Unravel Me" di Tahereh Mafi

Salve a tutti, come va?
Qui le nuvole hanno coperto il cielo e comincia ad alzarsi lo scirocco, facendo sfumare i miei progetti di una giornata in spiaggia. Tuttavia non mi rammarico molto, sono ancora in compagnia di Juliette, Warner e Adam e penso rimarranno con me tutto il weekend, forse si fermeranno fino alla prossima settimana.
Oggi vi parlerò appunto delle loro avventure in Unravel Me, secondo volume della saga di Tahereh Mafi.
Buona lettura!
Cecilia

Titolo: Unravel Me
Autrice: Tahereh Mafi
Pagine: 461
Serie: Shatter Me #2
Prezzo di copertina: 7,10 euro
Prezzo ebook: 2.19 euro
Editore: Harpercollins Childrens Books

Sinossi:

SPOILER ALERT!

[Traduzione fatta da me]

Juliette è ancora pervasa dal suo tocco mortale. Ma adesso che ha fatto squadra con altri ribelli con poteri come il suo, potrà combattere contro la Restaurazione per salvare il proprio mondo spezzato. Con l'aiuto di questi nuovi alleati, conoscerà finalmente il segreto che sta dietro all'immunità di Warner ed Adam al suo tocco letale.


3 Stelle e mezza

Da questo libro mi aspettavo tutto e niente. Mi spiego meglio: solitamente il secondo volume di una trilogia è un volume di stallo, di attesa, ecco il perché della definizione sopra. Da questo punto di vista, l'autrice se l'è cavata abbastanza bene: dopo i primi capitoli di noia, dove la mia insofferenza verso Juliette è cresciuta esponenzialmente con l'aumentare delle pagine raggiungendo quasi livelli parossistici, la narrazione riprende il ritmo scorrevole del primo volume e anche Juliette sembra darsi una svegliata ( sarà stato forse per tutte le sprangate sui denti che le ho promesso se non l'avesse fatto? Usando una locuzione frequentemente ripetuta dalla stessa, I don't know). Personalmente tendo ad attribuire il merito di questo cambiamento a Warner, lui stesso oggetto di profonda trasformazione nel corso del romanzo. Ma su questo punto non mi pronuncerò fino alla fine della saga, date le delusioni avute in molte altre saghe di questo genere.
Quello che invece mi è mancato e sento di dover far notare è l'assoluto disinteresse avuto verso i civili da parte della Mafi; sì, ogni tanto vengono menzionati qua e là giusto per far numero o come massa su cui esercitare potere, essenzialmente però la battaglia è fra due gruppi contrapposti, i soldati del Settore 45 e i ribelli supereroi quando invece un maggior coinvolgimento dei civili avrebbe dato più spessore e conferito maggior veridicità ai fatti.
Ultimo punto: il finale. I colpi di scena durante la lettura sono stati molti e anche di una certa importanza devo dire, nondimeno mi aspettavo qualcosa di più dal finale che si è rivelato piuttosto sottotono.
Sono molto contenta di aver continuato la saga, anche se in lingua, e rinnovo i miei appelli alla Rizzoli affinché ne continui la pubblicazione.
Finora ne è valsa la pena, spero si continui così, ad maiora semper!

Consigliato: sì
Tempo di lettura: 3 Giorni

Tahereh Mafi, ultima di 5 figli, è nata nel Connecticut e vive in California.
I diritti della saga Shatter Me sono stati acquistati dalla Twentieth Century Fox.

venerdì 25 luglio 2014

Recensione: "Destroy Me - A Shatter Me Novella" di Tahereh Mafi

Salve a tutti! 
Subito dopo Schegge di Me, ecco anche la recensione di Destroy Me, una novella dal punto di vista di Warner che narra le vicende accadute alla Base del Settore 45 subito dopo gli eventi del primo volume, conosciuto anche come Shatter Me.
Buona lettura! ^^

Titolo: Destroy Me - A Shatter Me Novella
Autrice: Tahereh Mafi
Pagine: 109
Serie: Shatter Me #1.5
Prezzo: 9,04 euro (disponibile solo in formato digitale)
Editore: HarperCollins
Lingua: Inglese

Sinossi:

SPOILER ALERT! 

[Traduzione fatta da me]

Ambientata dopo Shatter Me di Tahereh Mafi, e prima di Unravel Me, l'affascinante seguito, Destroy Me è una novella narrata dalla prospettiva di Warner, lo spietato leader del Settore 45.
In Shatter Me, Juliette è scappata dalla Restaurazione tentando di sedurre Warner e poi piantandogli un proiettile nella spalla. Ma, come imparerà in Destroy Me, non è così facile sbarazzarsi di Warner...
Tornato alla base e ripresosi dalla ferita quasi letale, Warner deve fare tutto ciò che è in suo potere per tenere sotto controllo i suoi soldarti e reprimere qualsiasi forma di rivolta nel Settore. Ancora ossessionato da Juliette come sempre, la sua prima priorità è trovarla, riportarla indietro e sbarazzarsi di Adam e Kenji, i due traditori che l'hanno aiutata a fuggire. Ma quando il padre di Warner, il Comandante Supremo della Restaurazione, arriva a correggere gli errori del figlio, è chiaro che ha piani molto diversi per Juliette. Piani che Warner semplicemente non può permettere che si avverino.


3 Stelle e Mezza

Destroy Me, come avrete già capito leggendo la premessa e la sinossi, è una novella che narra le vicende accadute dopo la fine di Shatter Me dal punto di vista di Warner, a partire proprio dalla sparatoria che l'ha visto coinvolto durante la fuga di Juliette ed il bel tenebroso  Adam.
Ora, da qualche tempo a questa parte, mi capita spesso di trovare più affascinante o semplicemente di simpatizzare maggiormente con quello tra i personaggi che viene presentato come l'antagonista.
Forse ha a che fare con la frase che lessi qualche anno fa in quel bel tomo che sono Le Cronache di Narnia, dove il lettore viene invitato a guardare oltre le cose  oppure perché penso che ogni cattivo è una vittima la cui storia non è stata raccontata, si nota l'influenza de La Terra delle Storie e di Once Upon A Time, o ancora può darsi che sia una implicita forma di anticonformismo, di ribellione agli schemi fiabeschi in cui solitamente il buono è buono ed il cattivo è cattivo e questi ruoli assumono una durata permanente; ad essere sinceri non lo so, non ho ancora trovato una risposta soddisfacente.
Quello che so invece, è che dal primo momento in cui ho letto di lui, ho sentito che dovevo guardare oltre la fama da psicopatico maniaco dell'ordine che l'autrice aveva dato al personaggio di Warner; numerosi segnali nel suo rapportarsi con Juliette e in varie altre situazioni nel corso del romanzo, mi hanno fatto capire che Warner, al di là del ruolo cucitogli addosso, stava recitando un ruolo, coperto da una maschera.
Avevo ragione.
La fragilità, il bisogno di contatto umano e di affetto di Warner viene fuori proprio in questa breve novella, 110 pagine appena, che potrebbe sembrare ininfluente ai fini della trama generale di tutta la saga tuttavia svolge un ruolo fondamentale nell'esplorazione della psicologia di un personaggio complesso, ben strutturato e definito come lo è quello di Warner, per vedere le circostanze da un altro punto di vista ed affermare, in qualche modo, che il bene e la giustizia non sono proprietà esclusiva degli eroi protagonisti di un qualsiasi evento.
Detto questo, continuerò con maggior curiosità la saga della Mafi, di cui non mi stancherò di ribadire la bellezza, seguendo gli ulteriori sviluppi della situazione.
Un appello a tutti coloro che leggeranno questa saga: sebbene la frenesia e la curiosità di sapere che fine faranno i nostri eroi siano molte, non tralasciate le novelle. Sono parte integrante della storia, con una loro funzionalità in essa.
Dopo questo proclamo solenne, mi rituffo nella lettura di Unravel Me, con le migliori speranze.

Consigliato: sì
Tempo di lettura: 2 Giorni



Tahereh Mafi, ultima di 5 figli, è nata nel Connecticut e vive in California.
I diritti della saga Shatter Me sono stati acquistati dalla Twentieth Century Fox.

giovedì 24 luglio 2014

Riletture Estive #1. Recensione: "Schegge di Me" di Tahereh Mafi

Salve a tutti, come va?
Qui tra afa ed acquazzoni, il meteo è imprevedibile. Menomale che ci sono i libri a tenermi compagnia.
Mi sono accorta che la scorsa settimana sono riuscita ad aggiornare il blog ogni giorno e ne sono davvero felice!
Spero lo siate anche voi.
Non posso che augurarvi buone letture.
Oggi vi parlerò di un romanzo che ho riletto dopo tanto tempo, attuale come non mai, della cui serie però è stata sospesa la pubblicazione. Esortando la Rizzoli a riprenderne la pubblicazione, condividerò con voi le mie impressioni riguardo al primo volume della saga Shatter Me, alias Schegge di me, di Tahereh Mafi.


Titolo: Schegge di Me
Autrice: Tahereh Mafi
Pagine: 364
Serie: Shatter Me #1
Prezzo di copertina: 17 euro
Prezzo ebook: 9,99 euro
Editore: Rizzoli:

Sinossi:
264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.



4 Stelle

Riletto per la prima volta da quando, appena uscito, l'avevo preso in libreria su consiglio di una conoscente e, seppur scettica gli avevo dato una possibilità.
Schegge di Me, meglio conosciuto come Shatter Me, è il primo volume di una trilogia.
Uscito nel 2011, nel bel mezzo della riscoperta del New Gothic che comportava ti trovassi manoscritti su vampiri, zombie, angeli, demoni et similia ovunque guardassi, roba da averne fin sopra i capelli per intenderci, l'avevo scambiato per un paranormal romance e giudicato passabile perché avevo riscontrato qualche elemento originale.
Adesso, a tre anni di distanza, mi rendo conto di aver sbagliato definizione: Schegge di me è un distopico in piena regola. Avrei dovuto capirlo dai frequenti e forse un po' sibillini riferimenti a pilastri del genere, come 1984. A mia discolpa posso affermare che tre anni fa la mia esperienza in materia era pressocché nulla.
Ecco a cosa servono i programmi di rilettura estiva.
Comunque passiamo al romanzo vero e proprio.
La Mafi ha uno stile particolare, strano. Ora come allora le parole scritte e tagliate, che servono a esplicitare i concetti con più crudezza, costituiscono uno degli elementi che più mi è balzato agli occhi e mi ha affascinata. I capitoli, non troppo lunghi, hanno un ritmo serrato e si concludono con frasi ad effetto che lasciano in sospeso la narrazione ed invogliano il lettore a continuare la lettura.
I personaggi; ritengo che voi tutti oramai siate a conoscenza della mia avversione per i triangoli amorosi: li ritengo patetici, inutili, inconcludenti ed sadici, sia nei confronti dei personaggi che dei lettori.
Tuttavia, caso più unico che raro, mi trovo a spezzare una lancia a favore di questo: sia Adam che Warner sono due personaggi ben definiti, egualmente degni devo riconoscerlo,anche se parteggio per Warner. Il problema sta proprio nella persona che s'intende dovrebbe amarli. Juliette è una di quelle protagoniste a cui, se avessi scritto io il romanzo, non avrei certamente affibbiato il ruolo della protagonista. E' irritante e lunatica, due tratti caratteriali che la fanno sembrare sorella gemella di Bella Swan o Katniss Everdeen. Insopportabile.
Sul piano distopico, devo dire che è tutto abbastanza convincente e non troppo dissimile dalla realtà attuale.
Una saga che merita davvero, peccato che ne abbiano sospeso la pubblicazione.
Mi butterò sulla lettura in lingua e so già che si prospettano estenuanti maratone notturne per arrivare alla conclusione di una saga che merita davvero. Spero ne valga la pena.

Consigliato: sì
Tempo di lettura: 3 Giorni



Tahereh Mafi, ultima di 5 figli, è nata nel Connecticut e vive in California.
I diritti della saga Shatter Me sono stati acquistati dalla Twentieth Century Fox.

mercoledì 23 luglio 2014

#W.W.W. Wednesdays (16) [2014]

Per poter prendere parte a #W.W.W Wednesdays bisogna rispondere a tre semplici domande:
-Cosa stai leggendo?
-Cosa hai appena finito di leggere?
-Quale sarà il prossimo libro che leggerai?


Cosa stai leggendo?



Riuscendo a tener fede ai propositi della settimana scorsa, ho iniziato la lettura de Il diario proibito di Maria Antonietta, primo volume della trilogia di Juliet Grey dedicata alla figlia minore dell'imperatrice Maria Teresa D'Austria, versione romanzata de Il diario segreto di Maria Antonietta di Carolly Erickson.
Sono ancora alle prime pagine, tuttavia mi aspettavo qualcosa del genere, avendo letto qualche tempo fa una biografia dedicata proprio a Maria Teresa d'Austria, una delle sovrane più temute della storia.
Destroy Me è una novella dal punto di vista di Warner, una sorta di Shatter Me 1.5, che narra gli eventi dal punto di vista di Warner.
Avendo terminato la rilettura del primo volume giusto qualche giorno fa, mi è ritornata la fissa per la saga della Mafi, dunque non rimaneva altro che continuare la lettura in lingua poiché, per qualche incomprensibile motivo, la Rizzoli ha deciso di sospendere la pubblicazione di questa bellissima serie.
Penso che Destroy Me si rivelerà una lettura interessante, non mi resta che scoprirlo continuando la lettura e soprattutto simpatizzando con Warner che si sta rivelando un animo più sensibile di quel che sospettavo, consolidando le mie speranze di un futuro roseo per lui (ma la vedo dura, purtroppo).

Cosa hai appena finito di leggere?



 De Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano mi sembra di aver ampiamente parlato in almeno due post precedenti, quindi non posso far altro che lasciarvi il link alla recensione sperando che chiarisca eventuali ulteriori dubbi.
Schegge di Me, primo volume di una trilogia che comprende anche due novelle, scritta da Tahereh Mafi è il primo titolo nell'elenco delle mie RILETTURE ESTIVE 2O14 (qui il link al post che potete trovare anche cliccando sull'apposita immagine nella sidebar destra) e ne troverete la recensione domani.
Posso solo anticiparvi che la considero una delle saghe distopiche più interessanti ad oggi, penalizzata qui in Italia  forse dall'essere pubblicata in anticipo rispetto alla moda distopica lanciata da Hunger Games.
Spero vivamente che la casa editrice riconsideri la questione e si decida a pubblicare anche il resto della serie.

Quale sarà il prossimo libro che leggerai?




Uhm, al solito, bella domanda.
A meno che non debbano esserci cambiamenti improvvisi, credo continuerò la saga di Shatter Me con Unravel Me, alternandolo a La seconda estate di Cristina Cassar Scalia che m'ispira da quando l'ho preso alla fortunata presentazione.
Dopodiché leggerò Grandi Speranze di Charles Dickens e Il maestro e Margherita di Bulgakov, presi in biblioteca un po' perché ispirata dai MiniMammut, un pò per piacere personale visto che si trovavano nella lista di classici da leggere da qualche tempo, un po' perché potrebbero essermi utili per la scuola.
Ovviamente se mi piaceranno li comprerò ed ho intenzione di dare un'occhiata alla trasposizione del 2012 di Great Expectactions di cui mi hanno parlato bene ma che mi sono ostinata a non guardare fino a quando non avrò letto il romanzo.
Che volete, roba da lettori :)

Vi ringrazio dell'attenzione e vi invito a tenermi aggiornata sulle vostre letture.

A presto!


martedì 22 luglio 2014

Segnalazione: "Fino alla fine della rete" di R.V. Beta

Cari amici lettori, questo Martedì si apre con una nuova segnalazione; questa settimana non si tratta di una nuova collana, bensì di un romanzo.
"Fino alla fine della rete" è il romanzo di esordio di R.V. Beta, è autopubblicato, e punta a un pubblico femminile a cui piacciano (anche) i videogiochi. È disponibile solo in formato e-book su Amazon, al prezzo di 2,68 euro.
Diamo un'occhiata alla cover e alla sinossi:


Titolo: Fino alla fine della rete
Autrice: R.V. Beta
Pagine: 255
Prezzo di copertina: 2,68 euro
Editore: Autopubblicato

Trama:
Yuuki è una ragazza scappata di casa per vivere sulla propria pelle un’irrefrenabile curiosità per la vita e la tecnologia.
La sua ultima impresa di pirateria informatica l’ha riportata bruscamente dal mondo virtuale a quello reale, e ora è un obiettivo.
Daisuke è dotato di una fervida immaginazione, con la quale sconfigge le noiose giornate da impiegato di una multinazionale.
Qualcosa di speciale unisce Yuuki e Daisuke nella fuga che affronteranno insieme, o almeno così è come la vede lui.
L’inizio di una nuova vita per entrambi è una seconda occasione, la possibilità di lasciarsi tutto alle spalle, se troveranno la forza per sfidare gli incubi che li circondano.
Il debutto di R.V. Beta è il diario di viaggio di un gruppo di personaggi che dovranno presto imparare a non darsi mai per vinti, perché la realtà non è mai una sola...
Esistenze per nulla ordinarie e nessuno di cui potersi fidare fino in fondo: un invito a cambiare prospettiva.

Qualche informazione sull'Autrice:
Passa gran parte del suo tempo aspettando che si installino gli aggiornamenti della PS3.
Ha a casa un Oculus Rift ancora imballato, mentre i pupazzetti di vinile è riuscita a tirarli fuori dalle loro scatole.
Non sopporta quando si fulmina la lampada del semaforo e non sa se può attraversare.
Ha scoperto che il sushi non ingrassa, consiglia il tonno che ha più gusto del salmone.
Non capisce che gusto ci sia a mangiare la pannocchia fritta.
Le rare volte che va alle giostre e c’è lo stupido carrellino che porta nel tunnel dell’orrore, tiene gli occhi chiusi.
Vorrebbe iniziare a fumare, ma non ne ha il coraggio.
Si immagina di entrare un giorno in un negozio di elettrodomestici e  che tutte le televisioni la salutino facendo il suo nome.
Non le dispiacerebbe lavorare al riciclo della carta, rubando dal calderone frammenti di fogli per farsi un collage da attaccare al muro, tipo soggetto pericoloso.
La ispira Minecraft, ma teme di perdersi dentro. Secoli fa faceva da balia a un Tamagotchi non mio, e non sa perché tendeva a trattarlo male: ha ancora i sensi di colpa.
Internet è invaso dai gatti, ma anche gli unicorni cercano attenzione a tutti costi.
Non sa cosa si nasconde sotto la sabbia della spiaggia.

Qualora siate interessati ad acquistarlo, qui il link.

A presto!
 
Cecilia