sabato 31 gennaio 2015

Recensione: "Il pranzo di Mosé" di Simonetta Agnello Hornby

Titolo: Il pranzo di Mosè
Autrice: Simonetta Agnello Hornby
Pagine: 212
Collana: Italiana
Prezzo di copertina: 16 euro
Prezzo ebook: 4,99 euro
Editore Giunti

Sinossi:
Simonetta Agnello Hornby apre le porte della casa di Mosè, la tenuta dove da cinque generazioni la famiglia materna trascorre le vacanze estive. Insieme a Chiara, amata sorella, ci accompagna alla scoperta di questo luogo incantato. Nella campagna di Agrigento, a pochi chilometri dalla Valle dei Templi, sorge su una collina la masseria ottocentesca che ogni estate accoglie in processione incessante parenti, amici e conoscenti della famiglia. Chiunque risalga la stradella che conduce alla casa padronale viene ospitato, nutrito, accudito. Come Mamma Elena e zia Teresa facevano un tempo, Simonetta e Chiara mettono ogni nuovo venuto a proprio agio; hanno imparato, aiutando la madre e la zia, l'arte dell'accoglienza e del convivio. A Mosè si cucinano ancora oggi i prodotti dell'orto e quanto offerto dalla fattoria, utilizzando l'olio dell'antico uliveto che copre i fianchi della collina. Il tavolo della sala da pranzo continua ad allungarsi e restringersi per accogliere gli ospiti. A tavola si discute di cibo e si trascorrono ore serene, allietate dalla compagnia e dal piacere di una conversazione vivace. Mosè è rimasto il luogo caldo e magico dove si muovevano sicure Mamma Elena e zia Teresa. Simonetta lo dimostra raccontando sei occasioni di convivio nella Mosè di oggi, mostrandoci i prodotti di stagione e guidandoci nella scelta dei menù. Svela le ricette tramandate da generazioni, e quelle segrete delle monache, e trasforma i resti in pietanze squisite.



E' strano come, a volte, siano i libri a trovarci. Questo qui, ad esempio, è arrivato del tutto inaspettato. Una locandina sui social network, un accenno scherzoso in famiglia ed era lì, tra le mie mani, con tanto di dedica alle cuoche di casa, stretta di mano e foto ricordo con una donna straordinaria, mitica come solo i personaggi visti in Tv sanno esserlo.
Simonetta Agnello Hornby è una donna che sa il fatto suo. Lo senti a pelle, pur non avendola mai conosciuta, neppure indirettamente tra le righe dei molti titoli al suo attivo; lo capisci mentre stringendoti la mano una scintilla le attraversa lo sguardo vispo e riesce a metterti a tuo agio, facendoti dimenticare il timore iniziale.
Il pranzo di Mosè è un inno ai ricordi, alle tradizioni familiari e culinarie. Tra una torta al caramello, un paté ed un insalata di verdure ben presto il momento delle riflessioni cede il passo a quello delle confidenze e così l'autrice svela i propri segreti da buona padrona di casa, impartisce qualche lezione di galateo nel segno di Brillat Savarin ma non troppo, pescando nella scatola delle memorie tra ricette della nonna e foto d'infanzia.
Un convivio dolce ed inebriante, piacevole come pochi, che passa in un soffio; non resta che salutare e rigraziando con un sorriso sulle labbra, lasciarsi contagiare dalla stessa voglia di mettere le mani in pasta, dallo stesso desiderio di creare gioiosa armonia.


Consigliato:
Tempo di lettura: 2 Giorni (da tenere presente anche come libro di ricette)

Simonetta Agnello Hornby vive dal 1972 a Londra, dove svolge la professione di avvocato ed è stata presidente per otto anni del Tribunale di Special Educational Needs and Disability. 
Il suo studio legale nel quartiere di Brixton lavora per lo più con le comunità nera e musulmana.
Si è occupata della donna nel mondo arabo ed è autrice di testi legali dedicati all’infanzia. 

giovedì 29 gennaio 2015

Recensione: "Il Seggio Vacante" di J.K. Rowling

Titolo: Il Seggio Vacante
Autrice: J.K. Rowling
Pagine: 553
Prezzo di copertina: 22 euro
Prezzo ebook: 8,99 euro
Editore: Salani

Sinossi:
A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un'idilliaca cittadina inglese. Un gioiello incastonato tra verdi colline, con un'antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti. Tutti a Pagford, dietro le tende ben tirate delle loro case, sembrano aver intrapreso una guerra personale e universale: figli contro genitori, mogli contro mariti, benestanti contro emarginati. La morte di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti: la lotta per il suo posto all'interno dell'amministrazione locale è un terremoto che sbriciola le fondamenta, che rimescola divisioni e alleanze. Eppure, dalla crisi totale, dalla distruzione di certezze e valori, ecco emergere una verità spiazzante, ironica, purificatrice: che la vita è imprevedibile e spietata, e affrontarla con coraggio è l'unico modo per non farsi travolgere, oltre che dalle sue tragedie, anche dal ridicolo. J.K. Rowling firma un romanzo sulla società contemporanea, una commedia sulla nozione di impegno e responsabilità. In questo libro di conflitti generazionali e riscatti le trame si intrecciano e i personaggi rimangono impressi come un marchio a fuoco. Pagford, con tutte le sue contraddizioni e le sue bassezze, è una realtà così vicina da non lasciare indifferenti.



Da qualche tempo sullo scaffale, arrivato grazie ad uno scambio, ho colto l'occasione offerta dalla Reading Challenge di Reading is Believing e l'ho letto, sperando soprattutto di rifarmi gli occhi dopo la tremenda delusione de Il baco da Seta.
Purtroppo non è solo un seggio ad essere vacante nel primo romanzo scritto dalla Rowling dopo quel capolavoro di Harry Potter, ma tutto; pagine e pagine impegnano i lettori in un'inutilmente prolissa tiritera semi moralista sull'ipocrisia che regna nella società, rappresentata da un piccolo paesino della campagna inglese di cui l'autrice si diverte a smascherare gli abitanti. Dato l'ampio raggio del campo di osservazione, la narrazione intreccia le vicende di moltissimi personaggi, tutti descritti nei minimi dettagli a mostrare la grande capacità di definizione dell'autrice; tuttavia ciò mina alla base il ritmo del racconto che diviene, nonostante sia spezzato in capitoli brevi, lento, lentissimo scadendo nella noia più assoluta.
Solo la mia propensione a non lasciare i libri a metà mi ha impedito di metterlo via, nondimeno tutto ciò mi ha dato da pensare. 
Dov'è finito il genio creativo che ha messo in piedi quel mondo straordinario di magia e grande fascino, presenza frequente nella mia infanzia? Sembra svanito nel nulla, inaridito in uno stile scialbo e crudo fino al cinismo che non risparmia nulla avvolgendo ogni cosa in una vaghezza indefinita.
Sono apposto, al momento: ho pareggiato i conti e, dati i risultati, mi dispiace non poco. 
I bambini hanno un mondo segreto che per gli adulti sarà sempre impenetrabile e J.K. c'è riuscita, ha compiuto l'impresa impossibile: è un debito inestimabile perché fa parte di ciò che si è, di ciò che si è diventati. Perciò sperando in un miglioramento o, per quanto mi riguarda, un rinsavimento, dico arrivederci a quello che dovrebbe essere un addio.


Consigliato: no
Tempo di lettura: una settimana circa


Joanne Kathleen Rowling scrive storie da quando era bambina, e ha sempre desiderato diventare scrittrice. è divenuta famosa in tutto il mondo grazie alla saga di Harry Potter.

martedì 27 gennaio 2015

Blogger League: L'intervista di Jo di "Whisper: La voce del tempo".

Salve a tutti! 
Oggi voglio parlarvi di un'iniziativa scoperta da poco, la Blogger League. Tutto è partito da un'idea di Jo del blog Whisper: la voce del tempo che, decidendo di farsi conoscere nella blogosfera, ha esteso la possibilità a tutti gli altri. L'iniziativa è in corso d'opera ed è aperta a chiunque abbia un blog: ogni settimana ogni blogger aderente risponderà a delle domande su di sé rilasciando una vera e propria intervista; tutti gli altri partecipanti avranno l'obbligo di pubblicare l'intervista sui propri blog per dare all'iniziativa una maggiore visibilità.
Per maggiori info cliccate QUI.
Questa settimana è stato il turno proprio dell'ideatrice dell'evento, Jo, quindi eccovi la sua intervista:

Whisper: la voce del tempo

Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono figlia, sorella, fidanzata, zia, studentessa ma più di qualsiasi altra cosa al mondo sono una sognatrice. Sono una persona con la testa perennemente tra le nuvole, la realtà è un luogo troppo limitato per una come me ma grazie alla fervida immaginazione che possiedo vivo mille avventure, spesso mi ritrovo ad appuntare idee dovunque mi capiti (quaderno, giornali, cellulare) con la speranza un giorno di ricomporre i pezzi del puzzle e dare vita ad una storia tutta mia, vestire i panni della scrittrice è un mio grande desiderio. 

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?


La storia del "Whisper" è abbastanza travagliata è nato per caso nel lontano 2011, un piccolo ritrovo creato insieme ad un'amica conosciuta in rete. Dopo una prima fase il blog è andato in letargo, se prima eravamo "le guardiane del tempo" alla fine sono rimasta solo io. Per un po' mi sono sentita Houdinì apparivo e scomparivo dalla blogsfera. Lo scorso autunno sono tornata, con la promessa di non abbandonare più questo mia dimora virtuale, un legame speciale mi unisce al "Whisper" e qualsiasi blogger può comprendere questa strana forma di affetto che si può nutrire nei riguardi della "propria creatura".
Il "Whisper" è il forziere nel quale potete trovare le mie grandi passioni: quella per i libri (il mio kindle è divenuto la mia ombra), per la scrittura fedele compagna di vita, per i telefilm che sono la mia dipendenza e per il Cinema un grande amore esploso negli ultimi anni.

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Perché mi renderebbero felice, so che è una risposta banale ma è la verità. Ogni qualvolta vedo aumentare i "lettori fissi" sono contenta, ma la vera gioia giunge nel momento in cui leggo i commenti, la linfa vitale di ogni blog. Posso assicurare a quanti divengono miei lettori che la loro fiducia è ben riposta, se si trovano sul "Whisper" è perché condividono le mie passioni, delle quali io amo parlare senza freni. Se amate il cinema ed i libri siete nel posto giusto ve lo posso assicurare. Per questo 2015 ho in mente tante cose per il "nostro" casale sulle rive di un lago incantato, se non siete mai stati qui vi invito a fare una sosta e sorseggiare una deliziosa cioccolata calda in compagnia di un'immensa libreria e di un maxi-schermo sul quale gustarci un'emozionante pellicola.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Ho già parlato del desiderio di scrivere un romanzo, sogno che ho da una vita. In futuro mi piacerebbe fare la giornalista nell'ambito cinematografico, sto riempiendo a poco a poco la mia valigia di esperienze, e mi sono resa conto che amo il contatto con la gente, adoro quella particolare sintonia che si instaura tra il giornalista e l'intervistato, come se il primo divenisse il custode di frammenti di vita dell'altro. Mi piacerebbe respirare l'aria che vi è su un set cinematografico, vivere tutto il percorso che si cela dietro la realizzazione di un film o di una serietv, Mi offro per portare il caffè a tutta la troupe. 

Ovviamente mi auguro che il "Whisper" nel corso degli anni, anche quando sarò moglie e madre (i miei più grandi desideri), resti sempre il mio piccolo angolo di universo.

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League? 
In primis voglio ringraziare tutti i membri della League perché hanno preso parte a questa mia iniziativa con grande entusiasmo, vi auguro il meglio, vi auguro nel corso delle vostre vite di realizzare il vostro sogno più grande, penso non ci sia niente di più bello e gratificante. Ricordate " Tutto inizia con un sogno, credici e potrai realizzarlo" (W. Disney). 
Che la buona sorte della blogsfera sia sempre a vostro favore.

Codice banner per la home di questa settimana:

Vi invito a copiare anche le gif nei post della league.
Alla prossima :D

A presto!
Cecilia

lunedì 26 gennaio 2015

Anteprime varie - Gennaio e Febbraio 2015

Buongiorno cari readers, come state? Io mi sento positiva: una settimana alla chiusura del quadrimestre, tre giorni all'uscita di Una lunga estate crudele già ordinato in libreria; citando Obama Yes, I can
Proprio per cominciare bene, vi segnalo alcune delle pubblicazioni che troverete in libreria tra pochissimo. Ce n'è qualcuna che attendete particolarmente?
A presto!

Cecilia


 Titolo: La Fabbrica delle Meraviglie
Autrice: Sharon Cameron
Pagine: 312
Prezzo di copertina: 17 euro
Editore: Mondadori

Data di Pubblicazione:
27/01/2015

Sinossi:

In una notte di nebbia Katharine arriva in una misteriosa tenuta vittoriana con l’incarico di controllare che l’eccentrico zio George non stia dilapidando il patrimonio di famiglia. Convinta di incontrare un uomo sull’orlo della follia scopre invece che lo zio è un geniale inventore e sostenta una vivace comunità di persone straordinarie come lui, salvate dai bassifondi di Londra. Aiutato dal giovane e affascinante Lane, George realizza creazioni fantasmagoriche: pesci meccanici, bambole che suonano il pianoforte e orologi dai mille ingranaggi. Ma Katharine comprende ben presto che una trama di interessi oscuri minaccia il suo mondo pieno di meraviglie e, forse, il destino di tutta l’Inghilterra.
Una storia di formazione ricca di suspense e avventura, con una incantevole protagonista divisa tra ragione e sentimento.

Titolo: Four
Autrice: Veronica Roth
Pagine: 288
Prezzo di copertina: 14, 90 euro
Editore: Deagostini

Data di Pubblicazione: 27/01/2015

Sinossi:
Quando per Tobias Eaton – il figlio del leader degli Abneganti – arriva il Giorno della Scelta, il ragazzo non ha dubbi: vuole andarsene dalla fazione che per sedici anni è stata la sua prigione e allontanarsi dalla furia del padre violento. Per il suo nuovo inizio sceglie di unirsi agli Intrepidi, perché desidera imparare da loro a sconfiggere le proprie paure e a essere coraggioso. Con un nuovo nome, “Quattro” comincia l’addestramento, che lo porta ben presto a scalare la classifica degli iniziati e ad attirare su di sé l’interesse delle più alte sfere dirigenziali, che lo vorrebbero trasformare nel più giovane capo fazione che gli Intrepidi abbiano mai avuto. Ma è davvero così… oppure c’è qualcosa di più inquietante dietro gli intrighi attuati dai leader Intrepidi? Due anni dopo, Quattro – disgustato dalle trame della sua fazione – è pronto a fare la propria mossa e a lasciarsi di nuovo tutto alle spalle, ma l’arrivo di una giovane iniziata cambia ogni cosa. Perché, grazie a lei, Quattro scopre un lato di sé che non credeva di possedere. Grazie a lei, potrebbe tornare a essere semplicemente Tobias.

Titolo: Irene
Autore: Pierre Lemaitre
Pagine: 360
Collana: Strade Blu
Prezzo di copertina: 15 euro
Editore: Mondadori

Data di Pubblicazione: 27/01/2015

Sinossi:
"C'è stato un omicidio a Courbevoie..." Messaggio laconico per un crimine a dir poco spaventoso. Quando il commissario Camille Verhoeven, felicemente sposato con Irène e in attesa del primo figlio, giunge sul luogo del delitto – un elegante loft – trova due, non uno, cadaveri di donne decapitate e fatte a pezzi e di fronte a una scena così estrema capisce subito, come in un presentimento, che in casi come questi le spiegazioni razionali non servono a nulla. E ha ragione, perché questo è solo l'inizio e uno dopo l'altro si susseguono dei crimini orribili e soprattutto illogici. La stampa e persino il giudice e il prefetto si scatenano contro il "metodo Verhoeven", specie perché l'indisciplinato poliziotto formula un'ipotesi cui nessuno vuole credere: chi sta uccidendo in maniera tanto selvaggia mette in scena delle macabre rappresentazioni ispirate a famosi romanzi noir e questa non può essere una coincidenza. Camille viene lasciato solo di fronte a un serial killer che sembra avere capito tutto di lui, nei minimi dettagli segreti della sua vita, e ha già previsto ogni sua mossa. E in questa sfida crudele ci può essere un solo vincitore. Per questo Camille non potrà sfuggire all'orrendo spettacolo che l'assassino ha preparato con tanta cura solo per lui. 



 Titolo: I segreti di mio marito
Autrice: Liane Moriarty
Pagine: 372
Prezzo di copertina: 17 euro
Editore: Mondadori

Data di Pubblicazione: 27/01/2015

Sinossi:
Tuo marito ti scrive una lettera, la chiude in una busta, la sigilla "da aprire solo dopo la mia morte". Questa lettera nasconde il suo più profondo e oscuro segreto, qualcosa che può distruggere in un solo colpo non soltanto la vita che avete costruito insieme ma anche le vite degli altri attorno a te, dei tuoi vicini di casa, dei tuoi più cari amici. Immagina ora che questa lettera ti capiti tra le mani mentre tuo marito è ancora vivo… È quello che accade a Cecilia Fitzpatrick, una donna di successo, un punto di riferimento nel quartiere residenziale dove ha una bella casa, un marito adorabile di cui è innamorata, una figlia felice.
La vita di Cecilia è ordinata e priva di incertezze. Ma la lettera, trovata per caso frugando tra i vecchi documenti di famiglia, cambia tutto. Rachel e Tess conoscono appena Cecilia, ma come lei pensano di conoscere benissimo se stesse e soprattutto i propri mariti, credono di sapere esattamente cosa aspettarsi dal proprio matrimonio. Eppure il segreto del marito di Cecilia si intreccia in maniera fatale con le loro vite e le sconvolgerà per sempre. 


Titolo: Raccontami ancora di noi
Autrice: Giulia Besa
Pagine: 288
Prezzo di copertina: 14,90 euro
Editore: Sperling & Kupfer

Data di Pubblicazione: 03/02/2015

Sinossi:
È una giornata autunnale a tutti gli effetti, con pioggia battente e vento freddo. Ma Caterina non rinuncerebbe per niente al mondo al suo impegno: il suo scrittore preferito presenta il suo nuovo bestseller in una libreria in centro e lei non può di certo mancare. È l’occasione perfetta per farsi autografare il romanzo che più ha amato. A venticinque anni, con un lavoro poco appagante in un negozio di abbigliamento, per fortuna ha il nuoto, la cucina cinese e, soprattutto, i libri a darle qualche soddisfazione. Giovane, affascinante e schivo, lo scrittore Robert non è solito dare confidenza alle sue tantissime fan. Ma quando si ritrova di fronte Caterina ne resta folgorato, catturato dai suoi profondi occhi azzurri.  Caterina però è troppo timida e insicura, e quando lui la invita a prendere un caffè, si fa prendere dal panico e scappa facendosi largo tra decine di fan invidiose. Ma Robert non ha intenzione di lasciarsela sfuggire ed escogita un modo unico di conquistarla: affida alla propria penna il loro incontro, creando una storia d’amore indimenticabile che li vede protagonisti, immaginando il loro primo incontro, il primo appuntamento, la loro prima notte insieme.

Titolo: Il primo bacio a Parigi
Autrice: Stephanie Perkins
Pagine: 400
Prezzo di copertina: 14,90 euro
Editore: Deagostini

Data di Pubblicazione: 03/02/2015

Sinossi:
Non c’è nulla che Anna aspetti più dell’ultimo anno al liceo. È sicura che ogni singolo momento insieme alla sua migliore amica e al ragazzo per cui ha una cotta colossale sarà indimenticabile. Ma le cose non vanno affatto come sperato perché i genitori di Anna decidono di spedirla per un anno intero in collegio a Parigi. Anna è disperata.. almeno fino al giorno in cui incontra Etienne St.Clair. Divertente, sensibile, affascinante, St. Clair sembra proprio il ragazzo perfetto. C’è solo un piccolo problema: lui è fidanzato. Ma (si sa) Parigi è la città più romantica del mondo, e tra una passeggiata sulle rive della Senna e un appuntamento al chiaro di luna, tutto può succedere...

Titolo: Le mille luci del mattino
Autrice: Clara Sanchez
Pagine: 270
Prezzo di copertina: 18,60 euro
Editore: Garzanti

Data di Pubblicazione: 05/02/2015

Sinossi:
Madrid. La luce si riflette sulle immense pareti a specchio del palazzo. Emma guarda dalla finestra il mondo che si perde in quell'intenso bagliore. È seduta alla scrivania di un ufficio con cui non ha alcuna affinità. Perché fare l'impiegata in una grande azienda non è mai stata la sua aspirazione. Ma Emma deve ricominciare dopo il fallimento della sua storia d'amore e del sogno di diventare una scrittrice. Il posto di assistente è arrivato al momento giusto. 
Eppure quel lavoro non è come se l'aspettava. Il suo capo, Sebastián Trenas, passa le giornate a leggere libri: nessuna telefonata, nessuna riunione. Emma non riesce a spiegarselo, ma il suo sesto senso le suggerisce di non fare domande. Fino a quando arriva il giorno in cui non può più fare finta di niente. Mettendo in ordine alcune carte in vecchi faldoni, smuove qualcosa che doveva rimanere nascosto. Da allora tutto cambia: Trenas perde la carica di vicepresidente e dopo pochi giorni muore. Emma si sente in colpa e ha paura di quello che le sta accadendo intorno. Deve scoprire quale verità si cela dietro quegli uffici lussuosi e quelle pareti di cristallo. Perché nulla è come appare. E ora che due oscuri personaggi, due fratelli manager di successo, hanno sostituito il suo capo, la ragazza è convinta che i suoi sospetti siano fondati e che sia necessario scavare nel passato. Un passato che parla di bugie e segreti, di amori clandestini e di adozioni difficili. Solo in sé stessa Emma può trovare il coraggio per svelare il mistero. Perché c'è chi vuole fermarla. C'è chi vuole che su ogni cosa ricada il silenzio. Un silenzio a cui Emma ha deciso di dare finalmente una voce.
Clara Sánchez ha conquistato tutti: i lettori, la stampa, la critica più illustre. Vincitrice di tantissimi premi, tra cui con Le cose che sai di me il premio Planeta, uno dei riconoscimenti letterari più prestigiosi del mondo, è una delle scrittrici più amate in Italia e ogni suo romanzo è un bestseller. Con Il profumo delle foglie di limone ha venduto un milione di copie e non ha mai lasciato la classifica dei libri più venduti.
Le mille luci del mattino, da mesi numero uno in Spagna, è una storia sulle trame nascoste e impreviste che legano le vite delle persone. Un romanzo dal respiro senza confini che insegna che niente è come sembra. E che la forza di una donna può sfidare l'oscurità. Perché c'è sempre qualcosa di segreto che vuole essere svelato.

Titolo: Come un ricordo che uccide
Autrice: Sabine Durrant
Pagine: 384
Prezzo di copertina: 17,90 euro
Editore: Sperling & Kupfer

Data di Pubblicazione: 17/02/2015

Sinossi:
Sul ciglio di una strada, una donna stringe tra le mani un mazzo di fiori azzurri. È il giorno di San Valentino, ma ad attenderla non c’è un appuntamento romantico. È trascorso un anno esatto dalla morte di suo marito, e quei fiori sono destinati al luogo in cui l’uomo ha perso la vita. Quando arriva al punto in cui è avvenuto il tragico incidente d’auto, Lizzie trova legato all’albero un altro mazzo di fiori. C’è anche un biglietto, con un cuore disegnato: è firmato da una donna e dedicato a un uomo che si chiamava Zach. Come suo marito. La verità è uno schiaffo in pieno viso, l’inizio di una spirale di sospetto e paura. Lizzie non aveva mai pensato che Zach le nascondesse qualcosa, ma ora sta per scoprire di cosa fosse davvero capace. E di quanto male possa ancora farle.






Titolo: In silenzio nel tuo cuore

Autrice: Alice Ranucci

Pagine: 168
Prezzo di copertina: 14,90 euro
Editore: Garzanti

Data di Pubblicazione: 19/02/2015

Sinossi:
Claudia ha sedici anni e ha imparato che il liceo è una giungla in cui vince il più forte, in cui non c'è spazio per la sua timidezza e insicurezza. Un po' di trucco, uno sguardo sfrontato e in un attimo fai parte del gruppo dei ragazzi che contano: superiori e vincenti. 
Ed è proprio lì che Claudia vuole arrivare. Perché essere diversi non porta da nessuna parte,
se non a sentirsi sempre più soli. Perché quello è il mondo a cui appartiene Rodrigo, irraggiungibile che non si lascia scalfire dai sentimenti: il più ammirato della scuola, il più temuto, il più prepotente. Lui così diverso dal ragazzo che Claudia avrebbe immaginato accanto a sé. Eppure vorrebbe solo perdersi nei suoi occhi blu cobalto. E quando Rodrigo le chiede di uscire, Claudia non riesce a credere che sia vero. Non c'è altro da desiderare, tutto sembra perfetto.
Ma all'improvviso la vita la mette davanti alla prova più difficile, e niente può essere come prima. La sua realtà si infrange in mille pezzi, come le sue emozioni a cui non sa dare un nome. Ogni cosa intorno ora appare falsa e inutile. Ogni persona è diversa da come la immaginava. Anche quelli che pensava fossero amici. Anche Rodrigo. Persino lei stessa. 

Senza più nessuna certezza, Claudia scopre che crescere vuol dire guardarsi dentro per davvero, senza falsi alibi. Vuol dire decidere chi si vuole diventare e tracciare il proprio percorso. Sicuri che c'è sempre la possibilità di sbagliare, di scegliere, di fermarsi e ripartire. L'importante è guardare sempre l'obiettivo, ascoltare il proprio cuore e non tradirlo mai. 

In silenzio nel tuo cuore è un caso editoriale raro. Il debutto potente di un'autrice di diciassette anni con una scrittura decisa, originale, incisiva. Un romanzo in cui si respira la vita vera degli adolescenti e il loro complicato mondo fatto di insicurezze e paure che possono portare a scelte sbagliate, ma anche a seconde possibilità inaspettate. Perché ci vuole coraggio per essere sé stessi, ma solo allora si comincia a vivere davvero.

Titolo: Il mio splendido migliore amico - Benvenuti nel vero Paese delle Meraviglie
Autrice: A. G. Howard
Pagine: 384
Prezzo di copertina: 9,90 euro
Editore: Newton Compton

Data di Pubblicazione: 26/02/2015

Sinossi:
Alyssa Gardner ha il dono di poter sentire i sussurri dei fiori e dei bruchi. Peccato che per lo stesso dono sua madre è finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere, Alyssa deve superare una serie di prove, tra cui asciugare il lago di lacrime di Alice, rimanere sveglia all’ora del tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?

Titolo: La ruga del cretino
Autori: Andrea Vitali, Massimo Picozzi
Pagine: 364
Prezzo di copertina: 14,90 euro
Editore: Garzanti

Data di Pubblicazione: 26/02/2015

Sinossi:
La terza figlia di Serpe e Arcadio si chiama Birce, ed è nata storta. Ha una macchia sulla guancia sinistra e ogni tanto si perde via e dice e fa cose strane. Chi la vuole una così? Chi la prende anche solo come servetta di casa? È l'agosto del 1893 e per i due coniugi, lavoranti presso il rettorato del santuario di Lezzeno, poco sopra Bellano, è arrivata l'occasione giusta. Perché una devota, Giuditta Carvasana, venuta ad abitare da poco a villa Alba, è intenzionata a fare del bene, per esempio aiutare una giovane senza futuro. Per Birce non sarebbe cosa da poco, perché la vita non pare riservarle un destino felice. Come a quella povera fioraia di Torino massacrata per strada. A dire il vero, in quell'estate lontana, non è la prima vittima. I loro corpi sono a disposizione della sala anatomica dell'università torinese, dove il dottor Ottolenghi, assistente del noto alienista Cesare Lombroso, li analizza con cura, convinto che dalla medicina possa venire un aiuto alle indagini. Oltretutto, dalle tasche delle sventurate, salta fuori un biglietto con incomprensibili segni matematici. Indicano un collegamento tra quelle morti? E nel mirino dell'omicida può esserci finito lo stesso Lombroso, che già aveva ricevuto un analogo foglietto insidiosamente anonimo? Trovare la soluzione non è cosa per cui possa bastare il rigore della scienza. Forse, fantastica il Lombroso, lo spiritismo potrebbe dare un contributo. Per quanto a praticarlo siano persone fuori dall'ordinario. Un po' come la Birce, con quella sua macchia e che ogni tanto si perde via e dice e fa cose strane…


Io vorrei leggerli quasi tutti! ^^

sabato 24 gennaio 2015

Recensione: "Dracula" di Bram Stoker

Salve a tutti! Oggi vi lascio le mie impressioni circa una lettura insolita per i miei gusti; si tratta infatti di Dracula di Bram Stoker. Lo so, sapete tutti della mia antipatia per vampiri et similia ma dopo un giro per negozi alquanto sfibrante, più del solito perlomeno, sono andata in libreria a prendere il premio per il Giveaway e c'erano i nuovi Minimammt... Immaginate il resto.
Vi auguro di trascorrere un buon weekend ché il mio, tanto per rimanere in tema di gente allegra, lo passerò con Leopardi, Verga e Kant.
Un abbraccio, la vostra
Cecilia

Titolo: Dracula
Autore: Bram Stoker
Pagine: 384
Collana: I MiniMammut
Prezzo di copertina: 3,90 euro
Editore: Newton Compton

Sinossi:
Accompagnato da ininterrotta fortuna, riconfermata dal successo del film di Francis Ford Coppola, "Dracula" di Bram Stoker è l'ultimo grande romanzo gotico e al tempo stesso, forse, il più famoso: spettrale, altero, spietato e sottilmente erotico, il pallido Conte (il cui nome è ormai sinonimo di vampiro) appartiene a quei pochi personaggi che entrano a far parte dell'immaginario collettivo, impongono un genere, divengono un simbolo. "Una figura", notava Thomas Wolf, "che costringe a confrontarci con misteri primordiali: la morte, il sangue, l'amore e i loro reciproci legami", cosicché "il risultato cui Stoker perviene è questo: ci fa comprendere attraverso la nostra esperienza, perché si dice che il vampiro sia invisibile allo specchio. Egli c'è, ma noi non lo riconosciamo, dal momento che il nostro stesso viso lo cela".



Dopo l'assedio continuo da nove anni a questa parte da creature paranormali descritte da ogni angolazione, in tutte le salse, perfino come specchi sbriluccicanti ambulanti che accecano (letteralmente) il mondo con la propria abbagliante bellezza sentivo di dovergliela, a Stoker, una lettura del suo capolavoro. Benché sia uno dei soggetti preferiti dal cinema, il principe dei vampiri cartaceo non assomiglia minimamente all'affascinante Gary Oldman e, sebbene nel corso della narrazione ringiovanisca, il conte transilvano che in quanto a popolarità fra pari grado se la batte con Edmond Dantès, può vantare attrattive soltanto da un punto di vista intellettuale; infatti oltre agli attributi classici del vampiro tradizionale comunemente conosciuti, egli riesce ad esercitare delle facoltà paranormali dalle quali il suo charme non viene certo accresciuto.
Tuttavia, anche nel caso in cui ci si trovasse a non amare particolarmente il genere, bisogna comunque riconoscere la grandezza dell'inventiva dello scrittore irlandese nella creazione di un essere tanto terribile a cui attribuire caratteristiche del tutto originali per quel periodo. Ma non solo perché il romanzo in forma diaristica pur avendo il proprio protagonista nel conte Dracula, ispirato alla figura del principe ungherese Vlad Tepes Hagyay detto l'Impalatore, narra le vicende degli altri personaggi che essendo venuti a conoscenza della sua vera natura per una serie di sfortunati eventi, iniziano la caccia al vampiro. Troviamo dunque i coniugi John e Mina Harker, Quincey Morris, Lord Godalming, i dottori Seward e Van Helsing e molti altri personaggi minori impegnati nella lotta contro il Male ed il lettore coinvolto insieme a loro tramite il carteggio prodotto dall'impresa che, sebbene talvolta possa risultare noioso, rimane utile per prevedere le mosse di ciascuno.
Un classico della letteratura Gotica, fonte d'ispirazione per molti remake, musical e trasposizioni di vario tipo, imperdibile per gli appassionati e per chi vuole tentare un ritorno alle origini dell'horror. Altro che Edward Cullen!




Consigliato:
Tempo di Lettura: 3 Giorni