Febbraio 2017: le mie letture

Buongiorno, readers!
Un altro mese è terminato e mi trovo qui per fare il punto della situazione, leggermente in ritardo ma meglio tardi che mai, giusto? 
Sebbene Febbraio sia stato un mese impegnativo, il numero di letture è rimasto più o meno lo stesso anche se il numero di pagine per libro è stato nettamente inferiore per via di un deficit d'attenzione che mi ha fatto optare, nella maggior parte dei casi, per letture brevi -mordi e fuggi, mi piace definirle - ma non per questo meno interessanti o significative. 
Tra piacevoli sorprese, alcune delusioni e nuovi generi, ecco tutti i titoli letti a Febbraio 2017, di cui vi ho già scritto oppure no; come sempre; Instagram è stato un fedele compagno e lì trovate tutte le foto allegate a questo post, scattate da me ché ultimamente raccontare la vita per immagini mi è più congeniale rispetto al resto.
Grazie per l'attenzione, buona lettura!
Cecilia


Prima letttura del mese, adocchiato tra le pubblicazioni di Gennaio, Hai cambiato la mia vita di Amy Harmon conferma la bravura dell'autrice nel tessere trame originali e per nulla banali in un genere ormai saturo.
Ve ne ho parlato QUI.








Ragione & Sentimento di Stefania Bertola rientra anch'esso tra le uscite segnate in agenda. Letto dopo averne disquisito con La Lettrice Quasi Perfetta Lea, (QUI la sua esaustiva recensione) con cui condivido l'ammirazione per Jane Austen ed il piacere, di tanto in tanto, di leggere qualcuno dei derivati dalle sue opere, non ne sono stata affatto convinta.
Un retelling in chiave moderna chiassoso e strampalato, per nulla necessario che, forse perché l'originale Austeniano è il meno gradito tra quelli scritti da Jane Austen oppure per altri motivi più o meno plausibili, non ha saputo toccare le giuste corde di una Janeite solitamente tollerante nei confronti di un ormai universalmente riconosciuto genere commerciale ampiamente redditizio intorno a vita, morte e miracoli della zitella illetterata più famosa della letteratura inglese.



Febbraio è stato il mese delle seconde  terze possibilità. Infatti, dopo aver trovato deludenti o ripetitive opere lette precedentemente, ho rivalutato Simona Sparaco leggendo ed immedesimandomi nelle grandi paure ed incertezze di una mamma che tenta di spiegare ad un figlio un mondo fuori misura, di proteggerlo da quelle che sono cose da grandi.
Ve ne ho parlato QUI.






Altra lettura mordi e fuggi del periodo, non per questo meno significativa o intensa, è stata l'antologia epistolare di Charlotte Brontë tradotta da Laura Ganzitti, blogger de Il tè tostato, per L'Orma editore.
La vita è una battaglia fa emergere la personalità prorompente dell'autrice di Jane Eyre e, corredata da un formato evocativo, rappresenta una vera chicca per ammiratori della scrittrice, appassionati di letteratura o semplici curiosi.
Consigliatissima.












Le nostre anime di notte dalla scorsa estate, dopo aver messo giù Crepuscolo e, nonostante i rinvii, non ha deluso le aspettative.
Kent Haruf torna in libreria con un breve ma intensissimo capolavoro postumo, uguale a sé stesso nello stile - semplice, pulito, poetico -, nelle atmosfere, nelle tematiche. 
Holt, cittadina immaginaria sita da qualche parte nel Colorado ridisegnato dalle mappe Harufiane, fa da sfondo alla storia d'amore senile tra Addie Moore e Louis Waters i quali, accompagnati da validi comprimari, sfidano i soliti pregiudizi tutti provinciali nutriti da malignità infondate.
Ve ne ho parlato, più o meno approfonditamente, QUI; prossime tappe sono la visione della produzione Netflix basata proprio sul suddetto romanzo, il recupero delle altre opere dell'autore non appena saranno pubblicate in Italia da NN e il passaparola per consigliare a tutti le parole di quel grande scrittore che è stato Kent Haruf.





Altra autrice rivalutata del mese alla terza occasione è stata Chiara Gamberale la quale, dopo due delusioni, è riuscita a convincermi con Qualcosa, acuta analisi della società contemporanea sotto forma di favola, che non risparmia nessuno eppure lascia uno spiraglio alla speranza, QUI.
















Ultimo titolo di Febbraio è stato Bruno, il bambino che imparò a volare, albo illustrato con testi della mia carissima Nadia Terranova - QUI vi avevo parlato, qualche tempo fa, del suo Gli anni al contrario - sulla vita di Bruno Schulz, scrittore e pittore polacco vissuto durante il Nazismo, traduttore di Kafka.
Più che una lettura, questo albo è stato un viaggio alla scoperta di una figura letteraria poco conosciuta, raccontata con un linguaggio, narrativo e figurativo, a misura di bambino, una vera chicca per gli amanti del genere e non, consigliatissimo.



A presto!




Commenti

  1. A volte le letture mordi e fuggi sono necessarie, ma analizzando due delle letture che mi interessano, Haruf e Sparaco, non sono state per nulla blande! Buon mese di marzo Ceci, aspettando la primavera :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero e, fatte al momento giusto, si fanno apprezzare di più.
      Buone letture a te, a presto ;)

      Elimina
  2. Di questi libri ho letto solamente "Hai cambiato la mia vita" e ne sono rimasta pienamente soddisfatta!
    Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono unita ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va di ricbiare ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice, la Harmon, per me, è una garanzia :)

      Elimina
  3. La Bertola vorrei proprio leggerla, mentre Haruf lo inizio tra poco con "Canto della pianura". Buone letture marzoline :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se ti piacerebbe la Bertola, Anna, sono curiosa di saperlo però. Con Haruf, ti consiglierei di iniziare da Benedizione o da Le nostre anime di notte ma sono di parte, adoro Haruf, quindi in ogni caso buone letture a te :)

      Elimina
  4. mi piace moltissimo leggerti per immagini. e prima o poi dovrò decidermi anche io con i riepiloghi mensili. Le mie letture ultimamente sono davvero fiacche. ho poco tempo e poca voglia nonostante mi impegni molto. è un periodaccio ma passerà!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per la grafica del tuo blog!
    Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono unita ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va di ricambiare ti aspetto da me!
    http://goldbeautyyy.blogspot.com/

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.