Il post: "Sabbia Nera" di Cristina Cassar Scalia

Sabbia nera
Cristina Cassar Scalia
Vanina Guarrasi #1
€19, pp.392
Einaudi


Cristina Cassar Scalia torna in libreria, dopo anni di assenza; lo fa cambiando genere - dopo due romanzi storici passa al giallo - e casa editrice. La cifra stilistica, tuttavia, rimane inconfondibile così come le passioni - cinema d'autore, buona tavola e anni '60 - trasmesse a colei che si prospetta una protagonista seriale alquanto intrigante.
Si tratta di Giovanna Guarrasi, detta Vanina, vicequestore della Polizia di Stato, quarantenne palermitana di nascita ma catanese d'adozione, con un passato burrascoso su tutti i fronti - familiare, sentimentale, lavorativo - che però ha ancora qualche presa su di lei.
Al vicequestore Guarrasi, in realtà, le rogne piacevano. Assai. E più la impegnavano, più le toglievano il sonno, più le divoravano giorni di ferie e domeniche, più lei ci si buttava dentro. Anima e corpo.
Dal passato di una Catania bene già macchiata di sangue arriva anche la vittima del caso da risolvere, una donna mummificata nel montacarichi di servizio di una villa alle pendici dell'Etna.
Così Vanina, nel mettere al posto giusto tutti i tasselli, coadiuvata da una variegata, tipica squadra di collaboratori a cui si aggiunge, occasionalmente, un commissario in pensione, tale Biagio Patané, e dalla determinazione che l'ha contraddistinta nel corso della propria carriera, dovrà scavare nel torbido affrontando questioni irrisolte su più fronti della barricata.
Sabbia nera è un giallo ben strutturato, classico, con numerosi riferimenti letterari ai maestri del genere - Simenon e Camilleri, tra gli altri -, accattivante quanto basta da far sperare un celere ritrovarsi tra le strade, i colori, il dialetto ed i sapori di una Sicilia letteraria mavara di bellezza senza tempo.

Commenti

  1. Poco amante dei gialli classici, anche se l'ambientazione sicula ispira.
    Segno, non lo avevo notato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io lo sono, ma l'autrice la seguo dagli esordi e non mi ha mai delusa.
      Fammi sapere se lo leggerai.

      Elimina
  2. Nemmeno io l'avevo notato, lo segno, a me il classico intriga sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi accodo a Tessa con la differenza che in realtà avevo notato il titolo tra le mille letture che vorrei portarmi a casa per l'estate! :D

      Elimina
    2. Mi auguro che tu lo faccia, Chicca. Buona lettura ;)

      Elimina
    3. Il giallo classico mi piace molto. Lo leggerò. Ciao da Lea

      Elimina
  3. Mi ispirava già dai post intravisti su fb, tu confermi che potrebbe essere una lettura per me. Segnato!

    RispondiElimina
  4. ce l'ho tra i libri da leggere spero entro l'anno (2018) di riuscirci :D

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.