Recensione: "Matrimonio alla moda" di Georgette Heyer

Salve a tutti, come state?
Mi scuso per la prolungata assenza e spero di rifarmi con i post che sto preparando per voi; infatti, nonostante non aggiorni questo blog da circa una settimana, ho trovato tempo per leggere e concludere alcune letture di cui vi parlerò presto.
Intanto godetevi questa recensione di Matrimonio alla moda di Georgette Heyer.
A presto!
Cecilia


Titolo: Matrimonio alla moda
Autrice: Georgette Heyer
Pagine: 327
Prezzo di copertina: 7,50 euro
Editore: Sperling & Kupfer

Trama:

Non è facile sbalordire il ricchissimo e affascinante conte di Rule, il classico buon partito conteso da tutte le dame londinesi. Ma quando la giovanissima Horatia Winwood gli chiede a bruciapelo se accetterebbe di sposarla... be´, il nobiluomo ci resta a dir poco di sasso. In realtà la questione è estremamente semplice: la famiglia Winwood sta andando in rovina, le sorelle di Horatia si rifiutano di convolare a nozze con il conte e dunque lei ritiene che un matrimonio d´interesse sia l´unica soluzione ragionevole. Anche Rule ne conviene e tutto parrebbe sistemato sennonché...





3 Stelle

Non c'è due senza tre. Forse è stato questo il motivo che mi ha spinta a leggere un altro romanzo di Georgette Heyer, nonostante i precedenti non mi avessero entusiasmata molto.
Dopo tre romanzi, strano ma vero, non sono ancora riuscita ad inquadrare quest'autrice.
Mi spiego meglio.
Trovo che la Heyer sia molto brava nelle descrizioni d'epoca, minuziosa a tal punto che, se si volesse, si potrebbe iniziare uno studio approfondito degli usi e dei costumi dell'epoca Regency attraverso queste, ma non riesco a sentirmi coinvolta all'interno del romanzo.
Mi sembra che tutti i personaggi siano stilizzati e stereotipati, manca quel pizzico in più che potrebbe rendere queste storie degne di nota.

Matrimoni di convenienza, balli in maschera, rapimenti, uomini senza scrupoli e fragili, ingenue donzelle sono gli elementi principali di questo romanzo e questa associazione, ora che ci penso, mi lascia pensare ai romanzi Gotici, specie quelli di Anne Radcliffe, dove l'eroina di turno sviene ogni due secondi.
Comunque, sto divagando.
Nonostante i libri ultimati finora non mi abbiano entusiasmato, non me la sento di bocciare quest'autrice nelle cui storie vedo un potenziale non espresso pienamente; dunque promuovo la Heyer con riserva, consigliandola agli appassionati dell'epoca Regency ma ammonendoli circa un possibile accostamento alla Austen: se vi aspettate una storia spumeggiante e piena d'ironia, state alla larga perché la Heyer non fa per voi.

Consigliato: sì
Tempo di lettura: 3 Giorni



 Georgette Heyer è una scrittrice inglese, principalmente conosciuta per romanzi ambientati nell'epoca Regency.

Commenti

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.