martedì 11 febbraio 2014

Recensione: "La casa sfitta" di Charles Dickens, Elizabeth Gaskell, Adelaide Anne Proctor e Wilkie Collins

   
Titolo: La casa sfitta
Autori: Charles Dickens, Elizabeth Gaskell, Adelaide Anne Proctor, Wilkie Collins
Pagine:138
Collana: Atlantide
Prezzo di copertina: 12 euro
Editore: Jo March

Trama:
Mute testimoni di relazioni umane, le mura di una casa custodiscono nel silenzio i segreti degli uomini che le hanno abitate. Eppure certe case hanno assorbito così profondamente il loro contenuto, che esso si palesa all'esterno in tutto il suo inquietante aspetto. Nido, o prigione? Quale mistero avvolge la casa sfitta che ossessiona la signora Sophonisba? Cosa si cela dietro le persiane scorticate e il fango che oscura i vetri dai quali nessuno parrebbe più affacciarsi? Due investigatori speciali tenteranno di mettere pace nel cuore della loro prediletta: il fedele Trottle e il premuroso Jarber si sfideranno a colpi di manoscritti, di senili e tenere scenate di gelosia, e di coraggiose sortite nella casa. Mettetevi comodi: un regista d'eccezione come Charles Dickens ha scritturato i migliori autori sulla piazza per svelare, attraverso un intreccio impeccabile e una scrittura potente che lasciano semplicemente senza fiato, l'arcano della perturbante casa sfitta.


4 Stelle

Ho trovato molto piacevole questo racconto a tinte fosche scritto a più mani da grandi della letteratura Vittoriana, dunque colgo l'occasione per ringraziare ancora una volta la casa editrice Jo March che ha riscoperto questo piccolo gioiellino "sommerso" e l'ha riportato alla luce, annoverandolo tra le proprie pubblicazioni.
Tutto ruota intorno alla Casa Sfitta, una casa decrepita e, a quanto si dice, disabitata, vera protagonista e alla curiosità dell'anziana dirimpettaia.
La circostanza che vede più autori implicati nella stesura di questo racconto potrebbe sembrare un'ostacolo alla buona riuscita e invece sembra essere proprio un punto di forza perché, con le diversità di ogni autore, la Casa sfitta diventa una lettura adatta a tutti, amanti della prosa e della poesia.
Inoltre l'unione di eccellenti firme della letteratura come Dickens, Gaskell, Collins e Proctor diventano una garanzia, anche se si vuole soltanto passare del tempo in compagnia di un buon libro, caratterizzato da personaggi ben caratterizzati e da una trama ben strutturata.
Non mi resta dunque che consigliare questa piccola perla riscoperta a tutti i lettori, appassionati come me dell'Inghilterra Vittoriana o meno.

Consigliato; sì
Tempo di lettura: 3 Giorni







1 commento:

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.