domenica 23 novembre 2014

Quotes of the Week (18)

Buongiorno! E' Domenica, finalmente.
Sono sparita, lo so, mi dispiace: a mia discolpa posso solo dichiarare di essere in quel periodo di studio matto e disperatissimo che contraddistingue, come sempre, il periodo invernale e ancor di più quest'anno; nei brevi momenti di pausa il mio pensiero va agli orsi e a quanto mi piacerebbe andare in letargo fino a primavera come loro.
Comunque, sto divagando. Questa settimana ho terminato la lettura di Longbourn House di Jo Baker, interessante sì ma non quanto avrebbe dovuto; le Quotes of the Week della settimana saranno tratte da quest'ultimo. Inoltre, se un mito greco racchiuso in un'edizione supereconomica di circa 130 pagine fra note e bibliografia varia fa testo, anche de La favola di Amore e Psiche di Apuleio di cui, per chi se lo stesse chiedendo, NON ci sarà una recensione.
Al momento, dopo giorni in cui nessun libro sembrava andar bene, sono impegnata con Tempi Difficili di Dickens, come vi sarete accorti se avete dato un'occhiata sulla sinistra.
Vi faccio un piccolo riassunto circa lo stato delle mie letture visto che questa settimana è saltato W.W.W. Wednesdays e così sarà anche nelle settimane a venire: solo citazioni e recensioni, per ora.
Adesso vi lascio al fulcro di questa rubrica e la pianto, non prima però di aver condiviso con voi questa Suite per violoncello n. 1 di Bach che ho riscoperto ieri, durante la visione di If I Stay, mesi dopo aver letto il romanzo da cui è stato tratto e che, straordinariamente, si accorda perfettamente al mio stato d'animo attuale.
Perché. come un'amica musicista mi diceva poco tempo fa, Bach è Bach.



Buona giornata!



Questa settimana le citazioni saranno tratte da Longbourn House di Jo Baker:

- Dovunque siamo, in questo mondo, pensò, sopra di noi c'è sempre il cielo. Dovunque siamo, Dio veglia su di noi e vede i nostri cuori.

- Si trattava di un sentimento di generosità ed apertura che non dipendeva da una possibile giustificazione. Era la semplice felicità di sapere che al mondo esisteva una persona in particolare.

Per oggi, è tutto, spero abbiate apprezzato questi parole quanto me.

Vi invito a riferirmi anche le vostre, se ne avete.


Cecilia

2 commenti:

  1. Ah, molto bello Tempi Difficili. L'esame di Letteratura Inglese, tra l'altro, verteva in parte anche su quello.
    Io sto leggendo e amando Shotgun Lovesongs. Ti lascio la frase sul retro di copertina, molto bella:
    Quando non ho nessun posto dove andare, torno qui. Torno qui e ritrovo la mia voce come qualcosa che mi è scivolato dalle tasche. E ogni volta che ritorno sono circondato da persone che mi amano, che si occupano di me. Qui riesco a sentire le cose, il mondo pulsa in maniera diversa, il silenzio vibra come una corda pizzicata milioni di anni fa; c'è musica tra i pioppi tremuli e gli abeti e le querce e persino tra i campi di mais essiccato. Come fai a spiegarlo a qualcuno? Come fai a spiegarlo a qualcuno che ami? Cosa succede, se poi non capisce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shotgun Lovesongs l'ho adocchiato sin dall'uscita, staziona sul Kindle ma non è ancora arrivato il suo momento.
      Tempi difficili anch'io ho dovuto studiarlo, però mi intrigava il significato intrinseco della vicenda e sto pensando seriamente di integrarlo in qualche modo nel percorso per la maturità.

      Elimina

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.