Recensione: "Alice, punto e a capo" di Carol Marinelli

Titolo: Alice, punto e a capo
Autrice: Carol Marinelli
Pagine: 355
Prezzo di copertina: 12,90 euro
Prezzo ebook: 6,99 euro
Editore: Harlequin Mondadori

Sinossi:
Alice è l'amica che vorresti avere. La ragazza che rende una festa più divertente, beve vino da una tazza e ti fa ridere mentre stai piangendo per un ex. Alice è assolutamente felice, tutto è meraviglioso e non c'è nulla di cui preoccuparsi … tranne che, ok: il suo lavoro era davvero bello – 10 anni fa. E' innamorata del suo migliore amico, ma lui è gay. Gli estratti conto della sua carta di credito sono nascosti sotto il letto, chiusi. Ma forse il problema più grande di Alice è che nasconde un segreto. Un segreto così enorme che non può raccontarlo a nessuno. Come fai a mantenere un segreto così quando tutto sta iniziando ad andare a pezzi? E una volta che l'hai finalmente rivelato, da dove cominci a rimettere insieme la tua vita?




Devo confessare una cosa: ho sempre avuto una predilezione per i capelli rossi. Forse questa preferenza è connessa al cartone animato tratto dal romanzo di Lucy Maud Montgomery che ha accompagnato le mattine della mia infanzia o forse no, comunque il faccione simpatico in copertina ha in un certo modo perché, per una volta, non è un faccione standard ma ha attinenza con la protagonista.
Alice Lydia Jameson effervescente al naturale, liscia per scelta, sembrava dover essere l'erede della svampita Becky Bloomwood invece, fortunatamente, si è rivelata essere di tutt'altro stampo; quel punto e a capo infatti non è da sottovalutare. 
Questo romanzo che pretende - più nel significato inglese di fingere - di essere un chick lit nasconde, sotto toni da commedia, un messaggio profondo. Una ricerca di sé per rinascere, aggiustando ciò che è andato storto tramutando una potenziale scintillante Dorothy in uno Spaventapasseri spaurito.
Un ruolo rilevante è assegnato, nella narrazione, alla figura dello psicologo a cui va il merito di aver supportato e sopportato Alice nel proprio percorso di crescita interiore tramite l'accettazione di ciò che era accaduto e delle situazioni recenti che le scombussolavano l'esistenza per accettare infine di aprire la porta ad una nuova vita.
Un drama inaspettato, un po' prevedibile nel conclusioni però, in un certo senso, illuminante.
Non banale, attuale quanto una puntata dei programmi sugli adolescenti di MTV se visti sotto un profilo psicosociologico, il nuovo romanzo di Carol Marinelli si distingue pur non brillando, lasciando comunque qualche spunto di riflessione; Alice, con le proprie fragilità, ci mostra noi stessi più di quanto non vorremmo ma dona una sincera speranza di successo nel ritrovare la strada della felicità e ricominciare. Punto e a capo.


Risultati immagini per carol marinelliCarol Marinelli è nata e cresciuta in Inghilterra, ha conosciuto il marito durante una vacanza in Australia. Scrive medical romance di successo.

Commenti

  1. questo settembre non è nemmeno cominciato che gia mi sta sommergendo di libri nuovi da leggere ... tipo questo qui :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in due ad essere sommerse allora. Passerò a leggerti :)

      Elimina

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.