martedì 18 marzo 2014

Recensione: "Le Ossa della Principessa" di Alessia Gazzola

Titolo: Le ossa della principessa
Autrice: Alessia Gazzola
Pagine: 346
Serie: Alice Allevi #4
Prezzo di copertina: 17,60 euro
Prezzo ebook: 9,99 euro
Editore: Longanesi

Trama:
Benvenuti nel grande Santuario delle Umiliazioni. Ossia l'istituto di medicina legale dove Alice Allevi fa di tutto per rovinare la propria carriera di specializzanda. Se è vero che gli amori non corrisposti sono i più strazianti, quello di Alice per la medicina legale li batte tutti. Sembrava quasi che la sua tormentata esistenza in Istituto le avesse concesso una tregua, quanto bastava per provare a mettere ordine nella sua sempre più disastrata vita amorosa, ma ovviamente non era così. Ambra Negri Della Valle, la bellissima, brillante, insopportabile e perfetta Ape Regina, è scomparsa. Difficile immaginare una collega più carogna di lei, sempre pronta a mettere Alice in cattiva luce con i superiori, come se non ci pensasse lei stessa a infilarsi nei guai, con tutti i pasticci che riesce a combinare. Per non parlare della storia di Ambra con Claudio Conforti, medico legale affermato e tanto splendido quanto perfido, il sogno proibito di ogni specializzanda... E forse anche di Alice. Ma per quanto detesti Ambra, Alice non arriverebbe mai ad augurarle la morte. Così, quando dalla procura chiamano lei e Claudio chiedendo di andare a identificare un cadavere appena ritrovato in un campo, Alice teme il peggio. Non appena giunta sulla scena del ritrovamento, però, mille domande le si affollano in mente: a chi appartengono quelle povere ossa? E cosa ci fa una coroncina da principessa accanto al corpo?



3 Stelle e mezza

La Gazzola mi rende lunatica. Leggendo i suoi libri che, per la cronaca, ho finito tutti in una settimana circa, sono passata dallo scetticismo all'entusiasmo, dalla noia ad un medio coinvolgimento: quest'ultimo è il caso de Le ossa della principessa.
Trovo un' Alice Allevi regredita più o meno allo stato in cui l'ho conosciuta, forse un filino migliorata (rifiutare di andare a cena con uno pseudo-spasimante perché devi guardare Downton Abbey vale come segnale di miglioramento? Personalmente trovo sia la mossa più azzeccata dell'intero romanzo, ma concediamo pure il beneficio del dubbio).
Ma veniamo alle novità. Ce n'è una grossa in pentola. Siete pronti? Okay.
Ambra Negri Della Valle, temutissima nemesi della sopra citata Allevi, è scomparsa, svanita nel nulla.
Sì, vedo le vostre facce sconvolte, so che state pensando a Chi l'ha visto ma perché non affidarsi al buon Calligaris il quale, peraltro, ha come priorità lavorativa quella della ricerca di persone scomparse? Detto fatto. Le indagini cominciano e Alice si trova, come sempre, a dare una mano.
Quando si trova uno scheletro in una discarica si pensa subito a lei ma, sebbene sembri una coincidenza inquietante, fan di Ambra state tranquille: stavolta l'ha scampata.
Dunque dal disvelamento dell'identità del povero mucchio d'ossa, la narrazione si divide in due parti e il lettore si ritrova sì a vivere la vita quotidiana di Alice però anche a percorrere la ricostruzione che la stessa, con l'ausilio della corrispondenza web della vittima, si trova a fare delle vicende da cui ne è scaturita la morte; dimostrazione che, quando non distratta dalle proprie paranoie riguardanti un presunto triangolo amoroso, la nostra specializzanda anatomopatologa pasticciona preferita riesce a tirar fuori qualcosa di decente.
Nonostante avessi voluto scrollarla diverse volte, ormai, sotto sotto, mi sono affezionata ad Alice, al suo mondo; perciò non posso fare altro che soprassedere ai piccoli scivoloni e magari, se avrò tempo, rileggere tutti e quattro i romanzi in attesa della prossima avventura dell'asso della medicina legale italiana (si fa per dire, eh!)

Consigliato: sì
Tempo di lettura: 3 Giorni

Alessia Gazzola, nata a Messina nel 1982, è medico chirurgo specialista in medicina legale. Ha esordito nella narrativa con il romanzo L’allieva, che ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano, e a quello dei principali Paesi europei dove è uscito, un nuovo e accattivante personaggio: Alice Allevi. Vive e lavora a Messina .

2 commenti:

  1. Mi aspettavo un po' di più ^^ mi ispirava troppo forse :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy, anch'io dopo Un segreto non è per sempre mi aspettavo un cambiamento di passo ma vabbé, sarà per la prossima volta (si spera!) :D

      Elimina

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.