domenica 13 ottobre 2013

Recensione: "Chi è Mara Dyer" di Michelle Hodkin

Titolo: Chi è Mara Dyer? (Primo volume della Mara Dyer's Trilogy)
Autrice: Michelle Hodkin
Prezzo di copertina: 16 euro
Prezzo ebook: 9,99 euro
Editore: Mondadori

Trama:

Era solo un gioco. Eppure Mara non voleva partecipare alla seduta spiritica con le sue amiche Rachel e Claire. Sei mesi dopo, Mara si risveglia dal coma in una stanza di ospedale. E le sue amiche sono morte. Cos'è successo quella notte al manicomio abbandonato? Perché Mara è l'unica sopravvissuta? Orribili allucinazioni iniziano a perseguitarla e un dubbio si insinua nella sua mente: e se fosse stata lei a causare quelle morti, come aveva predetto la seduta spiritica? L'incontro con il turbolento, bellissimo Noah potrebbe essere la sua salvezza o la sua definitiva condanna. Perché anche Noah ha un segreto, legato al grande mistero che la tormenta: chi è Mara Dyer?


 
3 Stelle
 
Avevo già sentito parlare di Chi è Mara Dyer , ma poiché si presentava come l'ennesimo thriller con elementi paranormali (genere quello del paranormale, che decisamente non amo), non gli avevo prestato molta attenzione.
Questa circostanza è mutata dalla pubblicazione del secondo volume della saga, Io non sono Mara Dyer, uscito all'inizio di Settembre: infatti, leggendo recensioni lusinghiere al riguardo, ho deciso di cimentarmi nella lettura di questo romanzo.

Inizialmente la lettura mi aveva preso moltissimo ma, arrivata a circa metà libro, il mio interesse ha iniziato a scemare lentamente.

La vicenda è interessante e ben strutturata, però mi ha richiamato alla mente elementi già utilizzati in altre saghe; inoltre avevo previsto che il tutto si sarebbe chiuso con quello che in teoria dovrebbe essere l'elemento sorpresa ma in pratica ha perso questa funzione, visto che viene usato quasi in ogni primo libro di una trilogia.

Nonostante i toni pessimistici della recensione fino a questo momento, seguirò l'evoluzione della vita di Mara per verificare una teoria sorta da un banalissimo collegamento intrecciato quasi all'ultimo rigo.

Spero che anche voi continuiate ad osservare gli sviluppi e condividiate la convinzione che, a volte, un dettaglio apparentemente insignificante sia invece il punto focale di ogni cosa.

E se non fossimo noi ad agire ma ad essere agiti dalle circostanze? 


Consigliato: sì

Tempo di lettura: 5 Giorni

Umore: curioso

Michelle Hodkin è nata in Florida nel 1982, ha frequentato il college a New York e si è laureata in legge. Ha viaggiato il mondo con la sua compagnia teatrale. Ora si dedica solo alla scrittura e ai i suoi tre animali domestici. Chi è Mara Dyer è il suo romanzo d'esordio.




 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.