lunedì 25 agosto 2014

Recensione: "L'Estate Francese" di Lesley Lokko

Salve a tutti! Oggi sono finalmente riuscita a ritagliare un po' di tempo, dopo essere passata in biblioteca a recuperare due libri in WishList da molto, La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker e Il piccolo Amico di Donna Tartt,così da recuperare una recensione arretrata, quella de L'estate francese di Lesley Lokko, la quale nonostante il numero di pagine è venuta giù abbastanza ridotta.
La brevitas sembra essere un tratto distintivo, ora più che mai, delle mie recensioni.
Pazienza, al momento ho il cervello ancora un po' in stand-by.
Mi affido alla vostra comprensione in questi ultimi giorni di sole, mare e libertà.
Un abbraccio e buona lettura.
Cecilia



Titolo:  L'estate Francese

Autrice: Lesley Lokko
Pagine: 571
Prezzo di copertina: 11 euro
Editore: Mondadori

Sinossi:
Ai tre fratelli Keeler non manca davvero nulla: affascinanti e 
viziati, conducono un'esistenza privilegiata che si fonda sulla ricchezza e l'ottima posizione sociale dei genitori. La madre Diana, vero fulcro della famiglia, è un avvocato all'apice della carriera, il padre Harvey un affermato neurochirurgo, e Rafe, Aaron e Josh sembrano avere il futuro spianato. Ma è proprio nelle famiglie all'apparenza perfette che una linea sottile divide l'amore dall'odio, soprattutto quando si nascondono segreti scottanti. È per questo che la vita dei Keeler rischia di essere sconvolta dall'arrivo di tre giovani donne che Diana non ritiene all'altezza dei suoi figli. Il primogenito Rafe, medico di successo, incontra Maddy, un'aspirante attrice americana, che nasconde un animo fragile e travagliato. Aaron, bello e sfrontato, riesce a vincere la diffidenza e il risentimento di Julia, ambiziosa studentessa di umili origini conosciuta alla facoltà di legge. Josh, il più misterioso e problematico dei tre, architetto dalla vita nomade, si lascia conquistare dall'amore di Niela, una rifugiata somala dal passato oscuro.


3 Stelle 


Ogni tanto mi diverto a pescare qualcuno dei titoli che stazionano da tempo immemore sul mio Kindle. L'estate Francese era uno di quelli.
Segreti, segreti indesiderati, non nostri, non voluti, che a volte diventano fardelli; tutto ha inizio da quell'estate francese del titolo che graverà costantemente sulle spalle di Diana, Josh, Maddy, Julia e Niela.
Ogni personaggio, al di là del tipo stereotipato di persona che sembra rappresentare, nasconde fragilità ed insicurezze tipiche dietro atteggiamenti di facciata
Situazioni irrisolte, fardelli inconfessabili e personaggi ambigui si intrecciano in una narrazione che, sebbene risenta di qualche nota stonata, risulta scorrevole e poco impegnativa.
Non avevo mai letto nulla della Lokko, ma sembra che abbia azzeccato il periodo perché posso ritenermi soddisfatta da una lettura leggera come si è rivelata essere L'estate Francese.

Consigliata: nì
Tempo di lettura: 2 Giorni


Lesley Lokko, scozzese, è nata nel 1964 ed è per metà ghanese. Cresciuta in Africa, ha studiato negli Stati Uniti e in Inghilterra.
Laureata in architettura, ha insegnato presso l'università di Città del Capo e vive tra Sudafrica, Ghana e Inghilterra

2 commenti:

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.