lunedì 22 giugno 2015

#DonaUnLibroAccendiLaCultura Recensione: "Amami o lasciami" di Claudia Carroll

Titolo: Amami o Lasciami
Autrice: Claudia Carroll
Pagine: 439
Collana: hm
Prezzo di copertina: 12,90 euro
Editore: Harlequin Mondadori

Sinossi:
"Benvenuti all'Hope Street Hotel dove entri sposato ed esci single". Sono passati due anni da quando Chloe Townsend è stata abbandonata sull'altare e ha dovuto lasciarsi alle spalle tutto quello che contava per lei. Ancora oggi fatica a guardare avanti e a pensare al futuro fino a quando, inaspettatamente, le capita un'occasione unica: l'offerta da parte di Rob McFyden, ricchissimo proprietario di una nota catena alberghiera, di gestire un nuovo hotel super glamour a Dublino. L'Hope Street Hotel è decisamente particolare: albergo sperimentale per coppie che vogliono divorziare, è pensato per rendere la separazione veloce e indolore. La struttura si occuperà di ogni aspetto legale, tecnico ed emotivo. I suoi ospiti ne usciranno finalmente liberi e single. Chloe comincia a rimettere insieme i pezzi della sua vita e le cose sembrano migliorare, nonostante il super esigente, ma affascinante, boss le stia con il fiato sul collo. Nessuno è più bravo di lei a capire di cosa le coppie hanno bisogno quando la loro relazione arriva al punto di rottura ma ben presto si rende conto che deve anche curare il suo cuore spezzato e affrontare i sentimenti che sta cercando di nascondere. Le tre coppie che più hanno bisogno del suo aiuto sono Jo e Dave, Lucy e Andrew, Kirk e Dawn. E il fine settimana che li aspetta sarà ricco di rivelazioni, ricordi tristi e felici, situazioni da affrontare e grandi sorprese.




Quando ho letto la quarta di copertina non ci credevo. Un hotel per divorziare. Da qui la curiosità e la lettura rapidissima di questa freschissima commedia, perfetta per l'estate.
Con la crisi scoppia tutto: posti di lavoro, aziende, interi settori non ce la fanno. Come moltissimi matrimoni. E allora la nuova frontiera del settore alberghiero ha pensato bene di crearne alcuni appositamente per agevolare la fine dei matrimoni e arrivare già accordati e tranquilli all'udienza in tribunale. Chloe Townsend, che ha vissuto sulla propria pelle il rifiuto, viene ritenuta la candidata più idonea al ruolo di direttore generale e tra ottantenni arzilli che non vedono l'ora di rifarsi una vita, hippie che allevano capre a Nairobi, modelle messe alla porta dalla figliastra viziata e componenti di multinazionali che non riescono a dare una scossa alla propria vita matrimoniale, avrà un bel daffare nel far sì che tutto vada secondo i piani, i suoi ovviamente. Ma le previsioni non sono famose per la precisione e lo scompiglio regnerà sovrano portando delle incredibili sorprese.
Claudia Carroll riesce a creare un chick -lit leggero senza essere banale che si legge tutto d'un fiato e regala qualche sorriso in piena sintonia al clima estivo e all'amore che si respira nell'aria e fa scoppiare il cuore. Letteralmente.

Consigliato: sì



Claudia Carroll è nata a Dublino ed è stata per anni attrice di teatro, ma è nota soprattutto come interprete di una popolare soap opera irlandese.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.