venerdì 26 giugno 2015

Recensione: "Un giorno perfetto per innamorarsi" di Anna Premoli

Titolo: Un giorno perfetto per innamorarsi
Autrice: Anna Premoli
Pagine: 357
Prezzo di copertina: 9,90 euro
Prezzo ebook: 4.99 euro
Editore: Newton Compton

Sinossi:
Kayla Davis è una donna “metropolitana”. Di New York ama tutto: il traffico, il caos, le folle. Nota per il suo sarcasmo e le sue relazioni mordi e fuggi, Kayla aspira a diventare un’affermata giornalista. Anche se al momento si accontenta di scrivere recensioni sui posti più alla moda della città. L’occasione di fare il salto arriva quando il suo capo decide di mandarla in una sperduta cittadina dell’Arkansas, per preparare un pezzo di rilievo nazionale su un argomento del tutto particolare... Kayla coglie al volo la proposta e, abbandonata l’amata New York, prova a inserirsi nella vita di Heber Springs. L’impatto non è dei migliori: le sue scarpe tacco dodici, preferibilmente blu elettrico, mal tollerano le polverose zone dell’America del Sud, il suo temperamento frenetico mal si adegua alla calma di un posto dove tutti si conoscono. Ma soprattutto, Kayla non pensava di dover fare i conti con la comparsa di Greyson Moir. Ce la farà Kayla a dimostrare quanto vale? 
Un nuovo divertentissimo e dolcissimo romanzo dalla regina della commedia romantica italiana.


Letto in un paio d'ore, giusto per smorzare la tensione pre esami di questi giorni, Un giorno perfetto per innamorarsi si è rivelato perfetto allo scopo prefisso e pieno di piacevoli sorprese.
La prima è il crossover con un altro romanzo della Premoli, Finché amore non ci separi, dove la protagonista, Kayla Davis, era apparsa tra i personaggi secondari nelle vesti di migliore amica della protagonista di turno.
Adesso la ritroviamo curatrice di una rubrica circa la vita metropolitana, conoscendola un po' meglio. Kayla è stata abbandonata dal padre, ha con la madre un rapporto discreto e tra la propria parentela annovera anche un'arzilla prozia dai capelli blu, abitante in una ridente località dell'Arkansas chiamata Heber Springs. E proprio in quel di Heber Springs dovrà trasferirsi la caustica giornalista, per curare una variante della propria rubrica, in cui descrivere la country life secondo un'abitante della Grande Mela.
Come c'era d'aspettarsi, i rapporti iniziali tra la sfacciata newyorchese e gli abitanti locali non sono ottimali, tuttavia, tra passeggiate nei boschi e aste di beneficenza per evitare trivellazione dannose per l'ambiente, Kayla cambierà idea specie se il bel signor sindaco, tale Greyson Moir, che le fa girare la testa in assenza dei tanto amati cocktail.
Una commedia leggera e piccante che ricorda vagamente Ricatto d'Amore con Sandra Bullock e Ryan Reynolds, dove fortunatamente Anna Premoli ritrova la verve che l'ha resa un fenomeno editoriale e regala un chick - lit perfetto da leggere sotto l'ombrellone.


Consigliato: sì

Anna Premoli è nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata. La matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.