mercoledì 16 luglio 2014

#W.W.W.Wednesdays (15) [2014]

Per poter prendere parte a #W.W.W Wednesdays bisogna rispondere a tre semplici domande:
-Cosa stai leggendo?
-Cosa hai appena finito di leggere?
-Quale sarà il prossimo libro che leggerai?



Cosa stai leggendo?


Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano si trovava da tempo nel mio Kindle e ieri, nel mood giusto forse, ne ho iniziato la lettura.
Al solito, preferisco non pronunciarmi se non a lettura ultimata.

Cosa hai appena finito di leggere?



Ne avevo già parlato nel W.W.W.Wednesdays della settimana scorsa, adesso li ho finiti.
Entrambe le recensioni potrete trovarle nei prossimi giorni qui sul blog.


Quale sarà il prossimo libro che leggerai?




Sapete già, ed io non mi stanco mai di ripeterlo, che scelgo le letture secondo lo stato d'animo del momento.
Sebbene abbia moltissimi libri che mi aspettano, penso di poter restringere il campo, scegliendo fra questi 3 la prossima lettura: Il diario proibito di Maria Antonietta, primo della trilogia dedicata all'ultima sovrana francese prima della Rivoluzione, scritta da Juliet Grey l'ho avuto tramite un fortunato scambio, La Seconda Estate di Cristina Cassar Scalìa ho avuto modo di acquistarlo durante una delle presentazioni più belle a cui abbia assistito e di cui trovate il resoconto qui, se vi va di darci un'occhiata ed il secondo volume di Striges di Barbara Baraldi l'ho inserito giusto perché mi sono accorta che da tempo non leggo un fantasy; tra tutti quelli in mio possesso è quello che m'ispira di più, tenendo conto del fatto che, dopo la mediocre impressione lasciatami dal primo, voglio dare un'opportunità a questa saga con del grandissimo potenziale.

Vi ringrazio dell'attenzione e vi invito a tenermi aggiornata sulle vostre letture.

A presto!

2 commenti:

  1. Quello della D'Urbano lo voglio da quand'è uscito. Prima o poi, lo prendo e basta. Io ho terminato "Il profumo del pane alla lavanda", quotidiano e magico. Sto leggendo "Disperato erotico fox", che è sfiziosissimo e scritto con tanta sensibilità. Un uomo tradito dalla moglie dopo 30 anni di matrimonio che, con il pensiero fisso del sesso e la passione per la letteratura alta, se ne va nella campagna genovese, tra colpi di fulmine e lezioni di ballo. E' italiano, ma a me sembra vagamente british: mi piace tanto! Prossimamente, non so. Ti aggiorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il profumo del pane alla lavanda" l'ho aggiunto in WL dopo la tua recensione, prima penso che leggerò "Giorni di zucchero, fragole e neve" sempre della Addison, per farmi un'idea.
      Se ti piacciono i romanzi con una forte presenza di stile British, mi permetto di consigliarti "Patricia Brent, zitella" di Herbert G. Jenkins, davvero spassosissimo!

      Elimina

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.